Val Cesano: l’autore del doppio tamponamento fa ironia sui social

2' di lettura Fano 03/01/2018 - "Non mi ferma nessuno, sono come l'incredibile Hulk", "Sono talmente veloce che non arrivano neanche i giornalisti". Sono alcune delle frasi pubblicate sul suo profilo Facebook dall'autore del duplice tamponamento (con fuga) avvenuto la sera di Capodanno.

D.B., 40enne del posto, si è prima reso protagonista dell'episodio, poi ha cominciato a utilizzare i social - il suo profilo è pubblico - per postare frasi e link di vario genere che rimandano al gesto compiuto. Sul suo “diario” allude a fantomatici "botti" nel corso del 2018, a “triplette completate” (l’uomo sembra non essere nuovo ad atti del genere), fino a indicare un trattore Lamborghini come "prossimo mezzo per sfondare".

La sera di Capodanno, D.B. è stato arrestato in flagranza di reato, poi è stato sottoposto all’obbligo di firma tre giorni la settimana. Tutto è cominciato proprio il 1° gennaio, poco dopo l’ora di cena. Il 40enne, al volante di un’Opel Zafira, ha sfrecciato lungo la strada provinciale della Val Cesano in direzione monte. Durante la sua corsa ha tamponato due auto, una Toyota e una Peugeot: in nessuno dei due casi si è fermato per prestare soccorso. Inseguito dai Carabinieri, è riuscito a forzare il blocco formato dai militari con le loro auto, ma si è dovuto arrendere a causa del radiatore danneggiato. D.B., in evidente stato di ebbrezza, e si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti del caso.

“Procedeva in direzione Marotta con le quattro frecce accese – racconta uno dei tamponati - sbandando e invadendo la corsia opposta. Il ragazzo con la Peugeot era dietro e gli ha lampeggiato. Lui si è fermato in mezzo alla rotatoria di Ponte Rio, ed è sceso minacciando i ragazzi della Peugeot che, prontamente, sono ripartiti evitandolo. Lui, a quel punto, è risalito in macchina inseguendoli e speronandoli per poi darsi alla fuga verso Mondolfo. Poi sono stato tamponato ad alta velocità, senza motivo. A bordo della mia auto c’erano cinque persone, tra cui una bambina di 5 anni, fortunatamente illesa, e un signore di 70 anni che ha passato la notte in ospedale con la pressione molto alta”.








Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2018 alle 17:57 sul giornale del 04 gennaio 2018 - 2565 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, val cesano, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQnG





logoEV