Mondolfo: i consiglieri dem sui primi dodici mesi del governo Barbieri, “ I post su facebook vengono prima di tutto ”

2' di lettura 15/06/2017 - Non si spengono le polemiche nei confronti della maggioranza per l'eliminazione dal lungomare di 140 posti auto.

Le polemiche arrivano dalle attività turistiche (spiagge, bar, ristoranti, ecc.) che vedono lo spettro di una progressiva desertificazione del lungomare, dagli abitanti di viale Carducci che hanno perso una pista ciclabile per tutto l'anno e si trovano entrambi i lati occupati dalle macchine e in generale dai marottesi che abitano sul lato mare della ferrovia che vedranno un aumentare del parcheggio abusivo di turisti disperati alla ricerca di una piazzola di sosta.

A rincarare la dose i consiglieri dem, Lucchetti e Silvestrini, che conoscono bene la penuria di parcheggi sul litorale ed è per questo che avevano previsto con le Ferrovie le cessione del binario morto lato mare, sfumata definitivamente con la giunta Barbieri ed avevano progettato e finanziato il nuovo parcheggio sul binario morto lato monte già dai primi mesi del 2016 ed anche questo non portato a termine inspiegabilmente dall'esecutivo attuale.

Lucchetti e Silvestrini veramente preoccupati: '' In questi primi dodici mesi di governo, la giunta Barbieri, ha portato avanti tutto quello che noi avevamo programmato: la variante Sodico per creare nuova accupazione (ci avevano accusato di fare la variante per una industria insalubre), la convenzione Consip (la maggioranza adesso la battezzata ''rivoluzione luminosa'', ma al tempo ci avevano accusato di svendere un asset strategico per il comune), il progetto e le opere compensative alla chiusura del passaggio livello (ci avevano detto che era totalmente sbagliato e praticamente è rimasto identico).

Ma allora una domanda ci viene spontanea: perchè non hanno realizzato il nuovo parcheggio sul binario morto lato monte che noi abbiamo progettato e finanziato già dai primi mesi del 2016? Forse il nuovo parcheggio avrebbe compensato in parte la perdita dei 140 posti sul lungomare e avrebbe evitato spese inutili come quelle relative al parcheggio del sottopasso delle rane, troppo lontano dalla spiaggia e sopratutto ancora chiuso per assenza dei permessi.

Finché la giunta Barbieri ha seguito il nostro programma, anche grazie all'aiuto del segretario e dei dirigenti comunali, non si è trovata in difficoltà, ma appena ha provato ad uscire dal seminato e ha portato avanti un proprio progetto ha sollevato diversi malumori.

Come consiglieri di minoranza siamo preoccupati, perchè per questa giunta le priorità non coincidono con le esigenze della gente, ma vanno a braccetto con la voglia di apparire sui media e soprattutto sui socials. I parcheggi passano in secondo piano se posso postare le foto dell'inaugurazione con la scritta Rivoluzione. Posso abbattere con disinvoltura 50 Tamerigi, basta che dimostro di fare e di cambiare qualcosa, per poi scoprire con rammarico che l'ambiente e la salute dei cittadini ci applaudono quando piantiamo gli alberi, non quando li abbattiamo.''


da Massimiliano Lucchetti

capogruppo Lista Unica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2017 alle 10:19 sul giornale del 16 giugno 2017 - 1662 letture

In questo articolo si parla di politica, massimiliano lucchetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aKmh