SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Brillante operazione della Guardia di Finanza di Fano: chiuso il market della droga, sequestrati oltre 1,5 chili di droga

2' di lettura
540

Oltre 1,5 chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrate, un soggetto arrestato e due giovani segnalati alla Procura della Repubblica di Pesaro.

Questo il bilancio dell’attività eseguita dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro, nell’ambito di una mirata attività di intensificazione dei servizi per il contrasto ai traffici illeciti.

In particolare, le Fiamme Gialle della Compagnia di Fano, durante un consueto servizio di controllo economico del territorio nei punti e nelle aree di maggior interesse della città di Fano, hanno controllato un’auto guidata da un extracomunitario. Il controllo ha consentito di accertare che nell'auto stava trasportando un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, pari a 1,2 chilogrammi di Marijuana, occultata in un cartone e suddiviso in involucri accuratamente sigillati; tale materiale era stato, con circospezione, ritirato pochi minuti prima da un’abitazione di Fano (PU).

Nell’immediatezza del fatto, i Finanzieri hanno, quindi, proceduto alla perquisizione domiciliare, all’interno della casa erano presenti due cittadini italiani; attività, questa, poi estesa anche all’abitazione di Jesi (AN) ove risiedeva il soggetto extracomunitario controllato.

Le ricerche effettuate in entrambe le abitazioni hanno portato, complessivamente, al rinvenimento e sequestro di ulteriore sostanze stupefacenti tipo hashish, marijuana, cocaina e anfetamina, pari a oltre 300 grammi, tutti confezionati, frazionati e suddivisi in dosi pronte per la “vendita”, oltre a circa 700 euro in contanti, quale provento dell’attività criminosa, n. 1 macchinario utilizzato per il confezionamento in sottovuoto della droga, 2 bilancini di precisione e 2 taglierini che, verosimilmente, erano stati utilizzati dagli indagati per il frazionamento e la suddivisone delle predette sostanze, ciò in quanto le lame presentavano ancora i residui della “lavorazione” degli stupefacenti. All’interno dell’abitazione di Fano è stata altresì rinvenuta, nel locale adibito a bagno, una rudimentale serra.

Al termine delle attività investigative, l'extracomunitario è stato tratto in arresto e accompagnato presso la Casa Circondariale “Villa Fastigi” di Pesaro, mentre i due soggetti italiani sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Pesaro per il reato di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90.

Tale servizio, si innesta nel quadro dell’azione strategica del Corpo della Guardia di Finanza e del Comando Provinciale di Pesaro a contrasto dei traffici illegali e mira a salvaguardare la vita umana, prevenendo le conseguenze dannose legate all’uso delle sostanze stupefacenti.





Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2017 alle 14:40 sul giornale del 27 febbraio 2017 - 540 letture