SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Turismo, strutture, infrastrutture: la 2° tappa fa lezione agli studenti del Battisti

2' di lettura
633

Una lezione sul “saper divenire”. Così gli studenti dell’Itc Battisti di Fano hanno interpretato la prima tappa del percorso “Strategie e strumenti per lo sviluppo turistico della città” intitolata “Turismo, territorio, identità” che si è svolta il 15 dicembre scorso alla Memo.

Un corso “sui generis”, lontano dalle tradizionali aule scolastiche, che gli studenti hanno apprezzato e a cui hanno deciso di dare seguito partecipando anche alla seconda tappa “Turismo, strutture, infrastrutture” in programma giovedì 2 febbraio, dalle 9 alle 13, nella sala Verdi del Teatro della Fortuna. Questa volta saranno in 36 - 20 del corso 5^ H e 16 del corso 5^ G - i giovani dell’indirizzo specifico che aderiranno alla mattinata insieme a Maurizio Zandri, docente di lingua e civiltà inglese e Mara Peroni, insegnante di discipline turistiche aziendali.

“Abbiamo deciso di portare i nostri allievi a contatto con le nuove strategie operative da mettere in atto nel campo turistico – dice Zandri -. Tutti gli alunni, dopo il primo incontro, hanno manifestato un notevole interesse per la questione e uno studente, forse meravigliato, ha precisato: ‘Queste cose le facciamo anche noi a scuola, le abbiamo studiate…!’. Dopo la prima tappa gli alunni hanno fatto una relazione che sarà tradotta in inglese mentre insieme all’insegnante di discipline turistiche hanno ripreso e approfondito gli argomenti trattati durante il dibattito. È stata una mattinata interessante, in cui i giovani hanno potuto costatare direttamente la vicinanza della scuola che frequentano con il mondo del lavoro. Di certo un motivo di orgoglio per tutti noi docenti del Battisti”.

“L’iniziativa dell’Amministrazione - continua Zandri - è lodevole e va considerata come punto di partenza per garantire ai nostri futuri diplomati una possibilità occupazionale anche nell’ambito territoriale. Tutto questo va nella direzione della ‘nuova scuola’ che ci porta a una maggiore collaborazione con il territorio sia con l’Amministrazione, sia con gli operatori”. Dal Battisti aggiungono: “Le amministrazioni, gli imprenditori e le istituzioni scolastiche dovranno sempre più collaborare per preparare un futuro migliore ai nostri ragazzi non solo basato sul ‘saper fare’ ma anche sul ‘saper divenire’”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2017 alle 09:44 sul giornale del 31 gennaio 2017 - 633 letture