x

Mondolfo: la minoranza PD al sindaco Barbieri, 'Altro che rivoluzione luminosa. Un nostro progetto che avevate contestato'

Massimiliano Lucchetti e Mario Silvestrini 3' di lettura 20/01/2017 - Dopo gli articoli trionfalistici della maggioranza che annunciano (leggi qui) l'adesione alla convenzione Consip per le attività di gestione, manutenzione ordinaria e straordinaria e fornitura di energia elettrica per gli impianti di pubblica illuminazione, la minoranza PD rappresentata dai Consiglieri Lucchetti e Silvestrini, grida allo scandalo in quanto anche in questo caso l'attuale maggioranza con un colpo di spugna dimentica di tutte le polemiche che aveva fatto quando sedeva sui banchi dell’opposizione allorché la Giunta Cavallo aveva deciso di aderire alla medesima convenzione Consip.

Non fanno sconti Lucchetti e Silvestrini all'attuale esecutivo: “Certo ci vuole proprio una bella faccia di bronzo: per anni come minoranza si contesta l'esecutivo per qualsiasi provvedimento e poi una volta passati in maggioranza portano avanti gli stessi identici progetti e li dipingono anche come vere e proprie rivoluzioni. In realtà non ci stupiamo più di tanto in quanto i provvedimenti che avevamo assunto avevano una logica lungimirante a vantaggio di Mondolfo e Marotta. Così ora si rimane quasi sbigottiti nel vedere il volta faccia dell'attuale maggioranza che – prima come minoranza consiliare - aveva contestato fortemente i provvedimenti e adesso li fa invece propri”.

E non è la prima vola che accade, sottolineano i due del PD: “E' successo con la variante Sodico in cui addirittura ci avevano accusato di portare sul nostro territorio una azienda insalubre, adesso la stessa azienda in questione è dipinta come un’opportunità per il territorio; è successo con la chiusura del passaggio a livello, in cui ci avevano contestato pesantemente di non esserci fatti valere nei confronti delle Ferrovie dello Stato e invece, la giunta Barbieri, dopo i primi incontri con le FS ha abbandonato ogni ambizione di modifica delle opere compensatorie e se ne è tornata a casa con la ‘coda tra le gambe’ senza neppure la cessione dei binari morti lato mare: e questo, si badi bene, nonostante non fosse stata firmata né la convenzione, né depositata la fideiussione”.

Ed ora la cosa si ripete per la illuminazione pubblica del nostro Comune: “Esatto, stesso copione per l’adesione alla convenzione Consip; ci ricordiamo ancora le alzate di scudi degli allora consiglieri di minoranza Barbieri, Diotallevi, Bassotti e Papolini (3 su 4 rieletti in maggioranza rispettivamente: Sindaco, Vice Sindaco e Capogruppo in consiglio comunale), se non ci sbagliamo protestavano sul fatto che si doveva a tutti i costi mantenere la proprietà dell'infrastruttura della ''pubblica illuminazione'' al posto di metterla nelle mani di una società privata che faceva i suoi interessi e non quelli della collettività; dicevano che comuni più lungimiranti avevano già visto l'infrastruttura in oggetto come supporto per le esigenze di imprese e delle famiglie (supporto per telecamere, per ZTL, per controlli delle forze dell'ordine, per lo smart metering, come supporto per il wifi).

Tutto questo una volta diventati maggioranza se lo sono scordati? Adesso l'adesione alla Consip è stata una 'Rivoluzione Luminosa', dimenticandosi anche dell'ex consigliere Papolini che aveva fatto di questa battaglia un punto di forza della sua attività consigliare? Veramente non capiamo come sia possibile “tradire” senza ritegno il proprio elettorato che si è fomentato per anni, gridando prima che l'amministrazione Cavallo aveva amministrato malissimo ed adesso portando avanti il medesimo programma.

L'amarezza per questa conclamata incoerenza è alleviata dal fatto che la nostra azione amministrativa è stata riconosciuta – nei fatti – positiva anche dai nostri avversari politici che oggi la giudicano come lungimirante e la applicano, delibera dopo delibera.

Con ironia suggeriamo al gruppo fuori-uscito dall'ex lista civica ''Per cambiare'' di presentarsi con il più veritiero motto ''Per copiare''.

Massimiliano Lucchetti e Mario Silvestrini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2017 alle 16:52 sul giornale del 21 gennaio 2017 - 1675 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, marotta, mario silvestrini, lista unica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aFEf





logoEV
logoEV