Rugby: in Abruzzo falsa partenza, bene gli under 18 che vincono facile all'esordio stagionale

3' di lettura Fano 03/10/2016 - A guardare il bicchiere mezzo pieno si potrebbe dire che la squadra è viva, grintosa e capace di lottare fino all’ultimo su ogni pallone. Se invece il bicchiere lo si guarda mezzo vuoto, si vede un team che per un tempo è in totale balia degli avversari, incapace di reagire e disattento in difesa.

Da qualsiasi parte si voglia guardare il bicchiere però, l’unica cosa che conta è il risultato del campo che, al fischio finale dell’arbitro, dice Gran Sasso 18 – Fano Rugby 12. Stecca dunque alla prima la truppa fanese del presidente Francesco Livi, una sconfitta che è ben spiegata dal tecnico Franco Tonelli: “Abbiamo regalato il primo tempo agli avversari – ammette il coach – non so bene quale sia il motivo, cercherò di capirlo in settimana parlando con i ragazzi. Di sicuro – spiega – siamo rimasti spiazzati dal gran caldo che abbiamo trovato in Abruzzo, non ci aspettavamo certo di esordire con 25 gradi, ma questa non può essere una scusante perché il sole c’era anche per i nostri avversari”.

Una partenza contratta e col freno a mano tirata dunque, cui però fa da contraltare una reazione più che positiva: “Rientrare in campo dopo l’intervallo con un parziale di 12-0 avrebbe steso definitivamente una squadra debole di testa, invece proprio da lì i ragazzi sono ripartiti dando vita ad una ripresa da applausi”. La meta del debuttante in prima squadra Stefano Rossolini ha riaperto subito i giochi con i padroni di casa che, nel secondo tempo, si sono affacciati nella metà campo fanese solo con lanci dalla difesa. Due calci di punizione hanno poi permesso al Gran Sasso di portarsi sul 18-5, prima del forcing finale fanese concretizzato da una meta di Ifrain Silot Pasin trasformata da Sebastian Canapini (18-12).

“L’ultimo quarto d’ora è stato un monologo – conclude Tonelli –, abbiamo chiuso i nostri avversari nella loro metà campo giocando davvero di squadra. Non siamo però riusciti a trovare la zampata per agguantarli e superarli, ma se giochiamo sempre così potremmo toglierci belle soddisfazioni. Complimenti a tutti i ragazzi per la reazione, specialmente al debuttante Rossolini che pur giocando in un ruolo non suo ha fatto davvero bene ”.

Chi si è tolta la prima soddisfazione della stagione è invece l’Under 18 di Giorgio Brunacci che fa un sol boccone della Fenice Fermo con capitan Matteo Fulvi Ugolini sugli scudi. 76-14 il punteggio finale e ovvia soddisfazione da parte del tecnico: “Era importante partire bene – commenta il coach – e dare subito un segnale. Sono contento di come i miei ragazzi si sono fatti trovare pronti al primo appuntamento stagionale e sono doppiamente felice per i nuovi che si sono amalgamati bene col resto del gruppo nonostante giochino a rugby da poco più di un mese”.

E a proposito di nuove leve, Brunacci lancia un monito: “La grande famiglia Fano Rugby è sempre pronta ad accogliere a braccia aperte nuovi giocatori, chiunque volesse provare non deve far altro che venirci a trovare al campo e iniziare a correre con noi”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2016 alle 11:33 sul giornale del 04 ottobre 2016 - 353 letture

In questo articolo si parla di sport, Fano Rugby, Asd Fano Rugby

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBRy





logoEV
logoEV