Festa per il Parco, la replica dell'assessore Cecchetelli

24/05/2016 - In seguito alle notizie apparse sui media locali il 23 maggio 2016 relative alla Festa del Parco del 2 giugno prossimo, l'Assessore alla Carla Cecchetelli precisa quanto segue:

“La Giunta comunale, con delibera n.50 del 18.02 2016, ha concesso ad una Associazione venatoria, tramite bando pubblico ed in via assolutamente temporanea con scadenza 31 agosto 2016, un'area in prossimità del campo di aviazione – ex aliquota aeroporto – da adibire a zona addestramento cani, così come previsto dalla normativa statale e regionale ( Legge 157/92 - L.R. 7/95 – DGR 242/2013 ), su di un territorio che ricade nella gestione programmata della caccia e non accreditato da alcuno studio scientifico di rilevante interesse naturalistico. Con l'istituzione di tale area, si offre ai possessori di cani da caccia, di utilizzare tale area per poter addestrare, allenare o praticare attività di sgambatura quotidiana ai propri animali ed avere la stessa parità di trattamento rispetto ai cani dei non cacciatori. Inoltre, tale area sarà attrezzata anche per la sgambatura dei cani dei non cacciatori.
Tale scelta è stata suffragata anche dal fatto che il soggetto assegnatario dovrà provvedere allo sfalcio dell'erba ed alla corretta manutenzione dell'area, senza onere alcuno per l'Amministrazione comunale, prassi sempre usata in occasione di assegnazione in comodato gratuito di beni comunali. Tutto ciò non pregiudica che in altra parte dell'area – ex aliquota aeroporto – possano essere organizzate attività e manifestazioni di vario genere, compresa la Festa del Parco.
Per quanto riguarda la realizzazione del Parco cittadino, l'Amministrazione comunale, che ha concesso l'area all'associazione venatoria in questione per soli 3 mesi, sta lavorando alacremente per risolvere tutte le problematiche tecnico-amministrative, al fine di rendere tutta l'area di 30 ettari, libera da persone e cose, e quindi nella piena disponibilità dell'Amministrazione comunale.
L'obiettivo finale, infatti, sarà quello di riservare tutti i 30 ettari dell'area – ex aliquota aeroporto, ad una progettazione qualificata di un Parco pubblico a disposizione dell'intera Città”.


da Carla Cecchetelli
Assessore alle Attività Produttive - Comune di Fano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2016 alle 13:08 sul giornale del 25 maggio 2016 - 1374 letture

In questo articolo si parla di politica, Carla Cecchetelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axgF


Gioegio Panaroni

24 maggio, 16:33
Io dico una cosa sola: la festa si è riusciti a farla con tutti i Sindaci... con Seri NO, ora dite voi perché.

massimo ceresani

26 maggio, 10:24
In un periodo in cui è costituito e sta lavorando un tavolo tecnico di lavoro per la realizzazione agognata del parco urbano, può sembrare logico il comportamento di un' Assessora che assegna ad una Associazione (ad una sola, e perché no a tante altre che potrebbero far richiesta analoga?) l'uso di una porzione specifica del futuribile parco, pur in via provvisoria? Le provvisorietà italiche ben si sa che rappresentano "cavalli di Troia" per indisturbate stabilità future. Poi all'intervento dei Paolo Antonioni (Federcaccia, "la sgambatura dei cani comuni può ben convivere con l'addestramento dei cani da caccia") si può obiettare che le finalità sono ben lontane fra loro, direi conflittuali. Nel consigliare all'Assessora tranquille dimissioni, le augurerei comunque di evitare futuri altri autogoals che possano discreditare l'intera Giunta.




logoEV