SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Sanità: Volpini, presidente della Commissione regionale, risponde ai sindacati della provincia di Pesaro Urbino

2' di lettura
996

Il governo regionale in pochi mesi di lavoro è impegnato in una riorganizzazione del sistema che risponda alle reali esigenze dei cittadini. Stiamo lavorando a un progetto complesso per rinnovare la sanità che sia all’altezza dei nuovo bisogni di salute delle popolazioni e che tutti noi ci siamo impegnati a cambiare cominciando ad attuare quelle riforme troppo spesso annunciate e mai attuate.

"Auspicheremo una partecipazione corale di tutti gli attori invece di continuare a fare polemiche e inutili retoriche che certamente non contribuiscono a migliorare il sistema sanitario”.
Lo afferma il Presidente della Commissione Sanità, Fabrizio Volpini, in merito alle dichiarazioni dei sindacati Cgil Csl e Uil della provincia di Pesaro Urbino.

"Ancora una volta - aggiunge - nessuna proposta e nessun contributo al dibattito. Voglio ricordare che la delibera sulle case della salute, dopo un attento iter in commissione sanità della regione è stata approvata, ben definendo il percorso che porterà alla definizione concreta delle strutture di medicina territoriale. Anche le parole pronunciate in merito al riequilibrio dei posti letto. Nessuna proposta avanzata, saremo curiosi di ascoltare le loro idee in merito al riequilibrio dei posti letto tra le diverse province. Sulle liste di attesa, poi, a parlare sono sempre gli stessi protagonisti che in questi anni non si sono neppure preoccupati di avere dei dati precisi, misurati, sui reali tempi di attesa dei cittadini. Ovviamente tutti temi, come il riequilibrio di risorse e posti letto tra le diverse province, di interesse regionale che affronteremo con i sindacati confederali regionali, con le rappresentanze locali e gli amministratori come stiamo facendo in questi mesi”.

Fabrizio Volpini
Presidente Commissione Sanità Regione Marche



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2016 alle 20:19 sul giornale del 19 maggio 2016 - 996 letture