Collemar-Athon: la maratona dei valori, dei paesaggi, del calore umano

1' di lettura Fano 06/05/2016 - Un sogno chiamato maratona. Tanti di coloro che si approcciano all’esperienza podistica sono tentati di sognare, di immaginare di coprire almeno per una volta la distanza di una maratona. Sicuramente colpevole di certe tentazioni, di certi sogni è stata la nostra “ColleMarathon”.

Una manifestazione nata per scommessa e giunta oggi alla sua 14^ edizione con numeri sempre crescenti, con apprezzamenti sempre più diffusi, con riconoscimenti e ripercussioni sul territorio decisamente evidenti. Questa edizione ha corso però un grande pericolo – quello dell’estinzione – legato alla restrizione delle sponsorizzazioni. Solo un provvidenziale intervento della regione Marche ne ha permesso la sopravvivenza. Che sia questo pericolo corso la premessa per scongiurare la chiusura di rubinetti nell’edizione 2017 e che sia d’augurio per una ripresa economica sempre attesa e finora mai vista. Eccoci allora a questa edizione n. 14 di domenica 8 maggio. Ancora un ritocco al tetto dei partecipanti: 1.200 iscritti che sciameranno da Barchi verso la costa e che vedranno l’agognato finish a “Marina dei Cesari”. Saranno parecchie le rappresentanze estere, arricchite anche dalla partecipazione dei “gemellati” statunitensi di Chattanuga. Sotto l’aspetto tecnico la promessa locale Andrea Gargamelli (suo il tempo di 2h 17’ a Rotterdam nel 2014) contenderà la vittoria a quattro marocchini favoriti. Il pertinace fanese Riccardo Quattrini, come sempre, sarà lì, in scia ai migliori, per confermarsi. Insomma le premesse per una gara da seguire ci sono tutte; anche nelle sfide “con se stessi” degli ultimi concorrenti che andranno applauditi. I paesi attraversati saranno in fibrillazione con tanto calore umano sul percorso. Manca ancora qualcosa in più da parte del pubblico fanese: sarà per questo la domenica buona?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2016 alle 09:53 sul giornale del 07 maggio 2016 - 734 letture

In questo articolo si parla di sport, Massimo Ceresani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awCx