SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Adescava minorenni: i Carabinieri arrestano un 78enne

1' di lettura
354

Carabinieri

Condanna definitiva per l'anziano che tra il 2008 e il 2009 aveva compiuto atti osceni davanti a studentesse delle scuole superiori.

I Carabinieri di Fano hanno arrestato un 78enne del posto, C.E., in esecuzione di un ordine di carcerazione. I fatti per i quali l'uomo è stato condannato in via definitiva dall’Autorità Giudiziaria risalgono agli anni 2008 e 2009, quando era balzato agli onori della cronaca per aver compiuto atti osceni nei confronti di diverse ragazze minorenni.

C.E., all’epoca dei fatti, era solito gironzolare nella zona del Pincio dove infastidiva le studentesse che da quella zona le scuole della città: si appostava nei pressi delle fermate degli autobus e abbordava le ragazze con frasi a sfondo sessuale accompagnate spesso da eloquenti gesti.

Numerose furono le minori e i rispettivi famigliari che segnalarono l’inquietante presenza dell’uomo. Dopo aver acquisito diverse denunce e testimonianze, i militari eseguirono numerosi appostamenti sino a giungere, nell’aprile del 2009, all’identificazione del maniaco scoprendo che si trattava di un recidivo. I Carabinieri intervennero proprio nel momento in cui il maniaco aveva convinto due giovani a salire sulla propria autovettura offrendo un passaggio per raggiungere casa.

Un importate contributo alla risoluzione del caso fu dato dagli autisti degli autobus i quali, avuta la descrizione dell’uomo dai Carabinieri, riuscirono ad annotare la targa dell’auto utilizzata. All’epoca dei fatti la normativa in materia di violenza sessuale era meno severa dell’attuale legislazione per cui C.E. venne denunciato a piede libero, diffidato dal frequentare quelle aree pubbliche e costantemente tenuto sotto controllo per prevenire la commissione di fatti analoghi. Dopo sei anni è stato condannato definitivamente.



Carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2015 alle 11:44 sul giornale del 30 novembre 2015 - 354 letture