x

M5S: "Pubblica amministrazione: dirigenti a contratto, basta proroghe!"

movimento 5 stelle fano 3' di lettura Fano 25/10/2015 - I dirigenti a contratto sono una eccezione che va contenuta il più possibile, in quanto le responsabilità che un dirigente si assume richiederebbero autonomia e libertà di azione che una posizione precaria sicuramente non garantiscono.

Che forza può avere un dirigente di opporsi al politico che deve rinnovargli l’incarico? Inoltre negli anni sono stati anche il modo per allargare il numero dei dirigenti senza impegni “stabili” per la struttura, come invece avrebbero comportato assunzioni a tempo indeterminato.

Per questi due motivi, di autonomia – e quindi efficacia – e di contenimento dei costi – e quindi efficienza dell’amministrazione, noi riteniamo da sempre che il numero dei dirigenti a tempo determinato vada ridotto all’osso. Non lo pensiamo solo noi, ma lo prescrive anche la Legge, il TUEL infatti da Giugno del 2014 obbliga a limitare la quota di dirigenti a contratto sotto il 30% della dotazione organica.
A Fano oggi abbiamo 8 dirigenti, 4 a tempo indeterminato e 4 a contratto. Secondo la legge dovrebbero essere quindi al massimo 2. Noi lo segnaliamo da Luglio 2014 ma il Sindaco – appoggiandosi ad una Delibera di Giunta Comunale molto discutibile – ha scelto la via delle proroghe, e così da ormai 15 mesi il Comune di Fano ha –come minimo- 2 dirigenti che non dovrebbe avere, che tra l’altro significano almeno 150-200.000 €/anno.

Ma c’è di più, andando ad approfondire la questione ci siamo accorti che la famosa delibera di Giunta, la 316 del 22.07.2014 è anche contraddittoria in sé stessa perché prima afferma (secondo noi illegittimamente) che la durata minima degli incarichi dei dirigenti a tempo determinato deve essere 3 anni, anche se nel frattempo è decaduto il Sindaco (e il TUEL dice invece chiaramente che i dirigenti a contratto decadono con il Sindaco); e poi afferma (in questo caso legittimamente) che la durata massima di questi contratti è tre anni.

Se sulla prima affermazione si può discutere –e noi valuteremo se proporre questa discussione a chi di dovere- sulla seconda c’è poco da dire: oltre i tre anni questi contratti non possono andare. Purtroppo nel nostro comune per due dirigenti siamo già entrati – a suon di proroghe – nel quarto anno.

Quindi c’è una situazione a nostro avviso irregolare, già fin dal Luglio 2014, quando i dirigenti sono decaduti e il sindaco avrebbe dovuto ridurre il numero dei dirigenti e indire –come da normativa- le selezioni per eventuali dirigenti a contratto (in ogni caso non più di due). Sicuramente sono irregolari le ultime proroghe rinnovate negli ultimi mesi.

Abbiamo presentato un’interrogazione e vogliamo risposte chiare e risolutive dal sindaco. Le irregolarità, se verificate potrebbero aprire scenari di danno erariale ed abuso d’ufficio, riteniamo quindi che la questione vada affrontata con celerità e attenzione.

E’ doverosa inoltre una riflessione sulla “macchina comunale”: i dirigenti hanno un ruolo cruciale perché garantiscono la regolarità tecnica e amministrativa delle azioni del Comune, dare queste responsabilità a persone “a contratto” e quindi a rischio di “ricattabilità” non è sicuramente la strada giusta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2015 alle 09:46 sul giornale del 26 ottobre 2015 - 409 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Movimento 5 Stelle, MoVimento 5 Stelle Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apDr





logoEV
logoEV