x

Stati Generali del Welfare: il progetto continua

piazza xx settembre fano 4' di lettura Fano 22/10/2015 - Il Progetto Stati Generali del Welfare prosegue il proprio percorso di confronto e dialogo con la città di Fano.

Dopo l'incontro pubblico del 29 Giugno scorso, durante il quale sono state riportate alla cittadinanza e alla Giunta Comunale le risultanze di una prima fase di confronto e consultazione avvenuta nei 12 tavoli che hanno coinvolto numerosi testimoni significativi dei diversi ambienti di vita della nostra città, si è ora approdati ad una fase successiva di sviluppo del progetto Stati Generali.

Il lavoro prodotto dai 12 tavoli tematici di confronto con la cittadinanza ( Politiche Sociali – Ambiente – Cultura – Urbanistica – Sport – Viabilità e Lavori Pubblici – Servizi Educativi – Turismo – Patrimonio – Giovani – Sicurezza Urbana – Attività Produttive e Commercio ) dei mesi scorsi è stato oggetto di un report elaborato in collaborazione con il Distretto Integrato di Economia Sociale - Area Marche Nord che ha permesso alla Giunta Comunale di avere un primo quadro delle numerose e complesse esigenze che il territorio esprime.

Le richieste sono ovviamente tante e la Giunta ha dovuto fare una prima selezione delle proposte da condividere con la cittadinanza. La scelta è stata frutto di un'attenta valutazione da parte degli Assessorati, tenendo conto della loro sostenibilità economica, della loro coerenza con il programma politico dell'Ammnistrazione e con le scelte operative già in atto e della capacità d'impatto sulla comunità locale, rispetto alle sue attese e rispetto alla valutazione dei suoi bisogni.

Venerdì 23 Ottobre prossimo, presso la Sala S. Michele, dalle ore 16,30 alle ore 19,00, si terrà un nuovo incontro pubblico rivolto a tutta la cittadinanza fanese, durante il quale la Giunta Comunale comunicherà quali sono le proposte che ha deciso di rendere operative nei prossimi mesi.

Inoltre, verrà comunicata la modalità di prosecuzione del progetto Stati Generali del Welfare, alla luce dei numerosi processi di partecipazione avviati nel corso degli scorsi mesi e dei numerosi progetti complessi e strategici su cui il Comune si è impegnato: dal Piano Strategico Cittadino al Progetto Edifici Intelligenti, dalla Smart City al prossimo Piano Sociale di Ambito, dalla progettazione europea alle prossime consulte di quartiere.

Questa Giunta ha scelto la partecipazione quale tema fondante della propria attività politica ed ammnistrativa. Diversi progetti e iniziative avviati nel corso di questo primo anno sono andati in questa direzione, e, seppure non ancora in grado di esprimere tutte le loro potenzialità e di manifestarsi in tutti i loro aspetti di coinvolgimento, tuttavia testimoniano una precisa volontà di riaprire un dialogo con la città a scapito di anni di oscurantismo partecipativo.

Anche welfare e partecipazione vanno di pari passo, e non possono prescindere l'uno dall'altro, pur con tutta la fatica, le difficoltà e le contraddizioni che ciò comporta ma anche la ricchezza e la possibilità di condivisione di cui tale scelta è portatrice.

Il progetto Stati Generali per lo sviluppo della città di Fano è stato l'esempio più evidente di questo tenativo di riaprire un dilaogo con la città. E' all'interno di tale contesto articolato e complesso che il progetto Stati Generali del Welfare assumerà un ruolo di sostegno ai processi di coinvolgimento della città, ampliandone la partecipazione ai tanti altri protagonisti del territorio e meglio definendo le proprie metodologie di lavoro.

In questo complesso processo di lavoro un ruolo fondamentale è costituito da un gruppo interdisciplinare che comprende funzionari rappresentativi dei diversi uffici comunali e un rappresentante del 3° Settore, il Distretto Integrato di Econimia Sociale – area Marche Nord.

Questo gruppo di lavoro, che ha seguito e guidato la realizzazione della prima fase del Progetto Stati Generali, ha costituito una intuizione vincente che ha permesso di dimostrare che è possibile produrre idee molto più efficienti e rispondenti ai problemi da affrontare, la cui complessità ed intersettorialità è sempre più evidente, rispetto a quelle prodotte a compartimenti stagni.

E' intenzione dell' Amministrazione allargare tale gruppo di lavoro con altre figure professionali provenienti dalla struttura comunale e con una rappresentanza dei portatori di interesse della nostra città per essere debitamente formato e costituire un strumento di sviluppo e di gestione dei processi partecipativi.


da Massimo Seri
Sindaco del Comune di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2015 alle 17:28 sul giornale del 23 ottobre 2015 - 460 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, comune di fano, sindaco, massimo seri, piazza xx settembre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apxm





logoEV
logoEV