x

MeMo: La storia della fotografia in Italia raccontata attraverso collezioni private

1' di lettura Fano 21/10/2015 - Verrà inaugurata sabato 24 ottobre alle ore 17.30 la I^ edizione della mostra “La storia della fotografia in Italia raccontata attraverso collezioni private. La lastra (1839–1930)” a cura di Marcello Sparaventi e Paolo Talevi, in collaborazione con il Servizio Biblioteche della Città di Fano.

La mostra è allestita alla Mediateca Montanari e sarà visitabile fino al 15 novembre durante gli orari di apertura. La mostra tenta di ripercorre la storia della fotografia in Italia attraverso l'esposizione di apparecchi fotografici antichi che in questa prima occasione sono legati all'uso della lastra fotografica. Tranne alcune eccezioni esemplificative, le apparecchiature in mostra sono state prodotte da aziende italiane. Dal dagherrotipo alla calotipia, dalle stampe all'albumina a quelle al collodio, dall'ambrotipia alla gelatina ai sali d'argento, un arco di tempo che va dal 1839 fino al 1930, anno in cui cominciò a cessare l'attività dei “protofotografi” perchè la preparazione delle pellicole e la produzione delle macchine venivano realizzate dall'industria sia per i professionisti che per i fotoamatori.

L'esposizione nasce dall'ammirazione per il pensiero innovativo, l'abilità costruttiva, e soprattutto la capacità manuale dei “protofotografi”.

L'Associazione Culturale Centrale Fotografia presenta una panoramica storica con la collaborazione dei collezionisti: Paolo Talevi, Mauro Mattioli, Maurizio Recano, Paolo Del Bianco, Maurizio Gizzi, Maurizio Vizzini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2015 alle 14:55 sul giornale del 22 ottobre 2015 - 360 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, biblioteca federiciana, Mediateca Montanari, memo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aptO





logoEV
logoEV