x

Al Jazz club sono protagonisti i Fiori artificiali di Cristiano Arcelli

3' di lettura Fano 20/10/2015 - Dopo il primo entusiasmante concerto con Diodati Yellow Squeeds, giovedì 22 ottobre (ore 21,30), secondo imperdibile appuntamento con la rassegna del Jazz club. In scena Cristiano Arcelli Trio.

Ma facciamo un passo indietro. Il concerto inaugurale del Jazz club, salutato dal numeroso pubblico che ha affollato l’Osteria dei Caicco (tornata dallo scorso anno sede della rassegna), ha messo in mostra quanto siano preparati i giovani musicisti Italiani, sempre più apprezzati anche in Europa. La performance di Diodati e company è stata infatti all'insegna dell'innovazione stilistica, favorita da un'isolita formazione con la presenza di un basso tuba che ha dato sostegno ad un flusso sonoro fatto di ritmiche complesse, e armonie aperte. Una struttura che ha consentito ai solisti Diodati e Zanisi di esprimersi al meglio. Ed anche gli interventi per nulla manieristici della tromba di Francesco Lento si sono perfettamente integrati, seguendo la raffinata logica che stava alla base delle composizioni.
Ed ora, come detto, giovedì sera altro appuntamento per palati fini del jazz: quello con il Cristiano Arcelli Trio e i suoi Fiori Artificiali, ovvero Cristiano Arcelli (sax); Stefano Senni (contrabbasso); Bernardo Guerra (batteria).

Il nuovo trio di Cristiano Arcelli suona una musica fresca e rinnovata. I “fiori artificiali” sono una metafora che nasce dalla necessità di creare un alterego alla forma primordiale. Nel jazz il materiale musicale viene continuamente trasformato, il linguaggio si arricchisce ed evolve per poi tornare ad una radice comune. La formazione del trio con sax, contrabbasso e batteria lascia grande spazio all'interplay, con un suono netto e puro. Musica acustica e libera: nuovi fiori artificiali.
Cristiano Arcelli, sassofonista, compositore e arrangiatore, è un indiscusso talento del nuovo Jazz Italiano, ha composto per l’Italian Jazz Orchestra, l’Orchestra Bruno Maderna e la Bangkok Symphony Orchestra. Suoi sono gli arrangiamenti di Pane e tempesta e Il museo dell’innocenza (Paolo Damiani), La donna di cristallo (Cristina Zavalloni), Radar Band plays Nino Rota e Da Istanbul a Napoli (Cartagena Music Festival), Diario del ritorno (Corciano Festival) e Sera d’autunno (Trento Jazz). Fra le sue prestigiose collaborazioni ci sono con Enrico Rava, Joe Chambers, Paolo Damiani, Cristina Zavalloni, Dafins Prieto, Paul McCandless, Cyro Baptista, Danilo Rea, Gabriele Mirabassi, Pietro Tonolo, Nguyen Lè, Stefano Battaglia.
La Rassegna, che gode del patrocinio del Comune di Fano e per la prima volta il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali, fa parte del circuito Marche Jazz Network che comprende le più importanti realtà jazzistiche della regione.

INFO: Osteria Del Caicco, Via Arco D’Augusto 53/B.

Ingresso con Drink Card : intero € 15,00 – rid. € 10,00 ( possessori MJC ).

"Apericena Jazz": piatto unico piu' 1 calice di vino a € 10,00. Menù Jazz “A Miglio Zero” : 2 antipasti, 1 primo, 1 secondo più contorno 1/4 vino acqua a € 20,00 tel. 0721 803538 cell. 3336182325 mail: info@reginaisabella.net Prenotazione/ info: Fano Jazz Network 0721 803043 cell: 342 0601568 – WhatsApp 345 8499947 Mail : info@fanojazznetwork.org - www.fanojazznetwork.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2015 alle 14:24 sul giornale del 21 ottobre 2015 - 421 letture

In questo articolo si parla di fano, spettacoli, Fano Jazz by the sea, fano jazz, cristiano arcelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apqP





logoEV
logoEV