x

Il Partito Comunista d'Italia piange la scomparsa di Gianbruno Auspici

partito comunista d'italia 1' di lettura Fano 14/10/2015 - E’ con grande sconcerto e commozione che vogliamo rendere omaggio a Gianbruno Auspici, dirigente del Partito Comunista d’Italia scomparso a Fano.

Gianbruno lascia un vuoto incolmabile nel nostro Partito, essendo stato uno dei fondatori del Partito dei Comunisti Italiani nel 1998, dopo aver militato per lunghissimi anni nel grande PCI.
Di Bruno non possiamo non ricordare la immensa passione politica, la militanza attiva nel Partito Comunista d’Italia fino agli ultimi giorni della sua vita, la sua grande correttezza e la sua coerenza nell’affermare e nel riaffermare sempre gli ideali comunisti.

Egli era convinto che la necessità del Partito Comunista sia oggi più che mai ineludibile, perché una sinistra senza i comunisti non può, e non potrà mai, essere incisiva nella sua funzione storica, che è quella di cambiare nel profondo e senza compromessi la società e difendere le classi lavoratrici di questo Paese, ponendosi come obiettivo la realizzazione del socialismo e del comunismo.

Tutto il Partito Comunista d’Italia di Pesaro-Urbino si stringe intorno alla famiglia di Bruno, al segretario provinciale del PCd'I Teodosio Auspici e al PCd’I di Fano, riaffermando che questa Federazione proseguirà come prima, e più di prima, nel portare avanti con forza gli ideali e gli obiettivi in cui Bruno da sempre credeva, nel presente e nel futuro.


da Partito Comunista Italiano
Federazione di Pesaro-Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2015 alle 14:26 sul giornale del 15 ottobre 2015 - 628 letture

In questo articolo si parla di politica, Partito Comunista d’Italia, Federazione di Pesaro-Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apbI





logoEV
logoEV