x

Mondolfo: ancora pericolo in via Allende

via allende mondolfo 2' di lettura 09/10/2015 - Ancora pericolo in via Allende a Mondolfo, in seguito ad emissioni di gas provenienti dall’area del deposito cereali.

Ennesimi fatti gravissimi -spiega il presidente del Comitato Civico Ambiente e Salute Mondolfo, Andrea Giombetti- e la responsabilità, ancora una volta, ricade principalmente sull’Amministrazione comunale, la quale, tramite attestazioni in contrasto con la pianificazione territoriale, permette che sicurezza e salute dei cittadini vengano messe a rischio.

Gli ultimi episodi risalgono a venerdì 2, lunedì 5 e mercoledì 7 ottobre scorsi. Nel deposito cereali erano in atto trattamenti chimici ed era visibile il cartello “Pericolo di morte” sul cancello che si affaccia su via Allende. Sennonché da quell’area si sono sprigionati rumori assordanti e violente emissioni gassose, che hanno invaso via Allende.

Il sindaco Cavallo, per legge, dovrebbe tutelare salute e sicurezza pubblica, ed allora gli ricordiamo, visto che da quell’orecchio sembra non sentirci, che il complesso in questione, oggi come all’epoca dell’insediamento, non rispetta, fra l’altro, neanche la distanza di 20 metri da via Allende prevista per quella lottizzazione, e che questi trattamenti chimici, a distanza così ridotta dalla strada, invadono sia la stessa via Allende che le proprietà e le abitazioni dei residenti.

Questi ultimi, così come gli altri pedoni, sono pressoché obbligati a passare davanti all’area dei silos ogni volta che percorrono via Allende, la quale è molto trafficata. In queste occasioni i conducenti delle autovetture in transito si sono trovati una visibilità pressoché nulla, data la densa nube che si spandeva, finendo fuori traiettoria, col rischio di investire malaugurati pedoni. Cosa sarebbe successo se un passante, a piedi o sulle due ruote, si fosse trovato lì davanti proprio durante le emissioni gassose? Senza contare che respirare una nube del genere, che si sprigiona con tale violenza, non è certo come fare un aerosol per la tosse, sia per i residenti, i quali non possono fruire liberamente delle loro proprietà, che per i passanti!

Ed allora, ancora una volta, ci rivolgiamo al sindaco Cavallo, come responsabile dell’ente comunale e come assessore preposto, affinché, diversamente da quanto fatto finora, adotti tutte le prerogative del suo ruolo e si adoperi per la delocalizzazione del complesso, mettendo fine a questa scandalosa vicenda. Noi non abbasseremo mai la testa innanzi ad una tale vergogna e percorreremo ogni strada per il rispetto di ambiente, salute, sicurezza e legalità.


da Andrea Giombetti
Presidente C.C.A.S. Mondolfo
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2015 alle 18:38 sul giornale del 10 ottobre 2015 - 1081 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, Andrea Giombetti, via allende

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ao3t





logoEV
logoEV