Spacciava ai minorenni, arrestato 19enne del Gambia richiedente asilo politico

1' di lettura Fano 29/08/2015 - Martedì 25 agosto i poliziotti del Commissariato di Fano, insieme ai militari dell'esercito impegnati nel progetto "Strade sicure", hanno arrestato un 19enne originario del Gambia, richiedente asilo politico, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, M.F. le iniziali, è arrivato nel nostro Paese all'inizio del 2015, già maggiorenne, e ha trascorso questi primi otto mesi in una struttura di accoglienza nell'entroterra fanese.

Martedì scorso, intorno alle 18.30, si trovava al Pincio in compagnia di un 15enne e di tre 14enni. Un militare, accortosi del comportamento sospetto dei quattro giovani, ha avvertito gli agenti del commissariato e si è diretto verso di loro.

Alla vista delle autorità, il più grande degli "acquirenti" ha cercato di sbarazzarsi della merce: circa 4 grammi di hashish per un valore di 15 euro, come spiega il vice questore Seretti.

A seguito della perquisizione, la polizia ha scoperto che il 19enne africano indossava due paia di pantaloni: un paio lunghi, coi quali si mostrava in pubblico, e un paio corti, che usava per nascondere 60 grammi di hashish e 750 euro. Cifra costituita da banconote di piccolo taglio, poiché la sua principale attività era lo spaccio ai minorenni disposti a pagare 5 euro per un grammo.

Arrestato in flagranza di reato, M.F. è stato portato a Villa Fastiggi nella giornata di sabato 29 agosto. Ora dovrà scontare i domiciliari nella struttura in cui vive.






Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2015 alle 12:33 sul giornale del 31 agosto 2015 - 1004 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, hashish, spaccio, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/anAE