Fano: ordinanza per il risparmio di acqua potabile

aset 1' di lettura Fano 27/07/2015 - Il perdurare delle anomale condizioni meteorologiche, con persistente stato di siccità, sta determinando una situazione di disagio che potrebbe comportare difficoltà di approvvigionamento idrico. Considerato che risulta di prioritaria importanza la tutela dell’uso dell’acqua potabile a scopo alimentare, igienico e pulizia personale è necessario contenere l’impiego di acqua potabile per usi diversi dal consumo umano.

Pertanto il Sindaco Massimo Seri ha adottato un'ordinanza (la numero 21 del 27 luglio 2015) che vieta l’utilizzo dell’acqua potabile per le seguenti attività:

- l'irrigazione e annaffiatura di orti, giardini e prati;

- il lavaggio di aree cortilizie e piazzali;

- il lavaggio privato di veicoli a motore;

- il riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino;
- per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l'igiene personale

In deroga al primo punto è consentita l'innaffiatura, nei soli giorni di lunedì e giovedì dalle ore 22.00 alle 24.00.

Nella medesima ordinanza si invitano tutti i cittadini ad adottare utili accorgimenti finalizzati al risparmio di acqua, ai fini di un positivo impatto sull'ambiente nell'interesse dell'intera collettività


da Samuele Mascarin
Assessore all'Ambiente - Comune di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2015 alle 19:50 sul giornale del 28 luglio 2015 - 665 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, acqua, samuele mascarin, aset

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amwy





logoEV