x

Pergola, omicidio Bellucci: trent'anni a Ciccolini

vittorio ciccolini lucia bellucci 1' di lettura Fano 22/06/2015 - Confermata in appello, a Trento, la condanna a trent'anni per Vittorio Ciccolini, l'avvocato veronese che nell'agosto di due anni fa uccise la sua ex fidanzata, Lucia Bellucci di Pergola.

Forse giustizia è stata compiuta questa volta. Era il 9 agosto del 2013 quando Lucia accettò di vedere l'uomo dalla quale si era allontanata per un incontro apparentemente tranquillo. Si trovava vicino a Pinzolo, località dove la ragazza avrebbe dovuto prendere servizio in un centro benessere.

Da quella sera scomparve, poi il ritrovamento a Verona, tre giorni dopo, nel garage dell'uomo che non aveva mai accettato la fine di quella storia. La condanna in primo grado con rito abbreviato risale allo scorso 8 ottobre, senza attenuanti. Accolta oggi la richiesta dell'accusa di confermare la pena a trent'anni di carcere. Assente Ciccolini, come nelle precedenti udienze. Un altro caso da archiviare per i tribunali ma non per i familiari di Lucia.






Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2015 alle 11:06 sul giornale del 23 giugno 2015 - 272 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, omicidio, pergola, avvocato, estetista, cadavere, lucia bellucci, vittorio ciccolini, confessione, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ak3Z





logoEV
logoEV