x

Mondolfo, differenziata e passaggio a livello: Progetto Comune non le manda a dire a Lucchetti

Controlli sulla raccolta differenziata a Jesi 2' di lettura Fano 13/06/2015 - Rimango sorpreso dall’articolo dell’assessore all’ambiente Lucchetti, il quale, per migliorare la qualità dei rifiuti del nostro territorio, non trova altro sistema che ricorrere al cittadino “sceriffo”.

I cittadini che se la sentono svolgono già questo servizio e lo fanno, oltre che per i rifiuti, anche per altri aspetti ambientali: emissioni, amianto, problemi idrogeologici, tutti temi sui quali l’operato di Lucchetti è impalpabile.

Se il cittadino è una risorsa, lo è sempre, soprattutto quando si progettano importanti opere sul territorio. Lucchetti afferma infatti, rivolgendosi ai concittadini: “Come al solito sarà fondamentale la vostra collaborazione e il controllo che potrete fare del nostro territorio”.

Ma cosa può pretendere dai cittadini, l’assessore, se coloro i quali manifestano costruttiva collaborazione ed attaccamento a territorio ed ambiente vengono “bastonati” dalla Giunta Comunale? Infatti, con fresche delibere di Giunta votate anche da Lucchetti, è stato conferito incarico legale per la costituzione in giudizio del Comune contro i 2 ricorsi al TAR dei cittadini per la soppressione del passaggio a livello. Ovvero: il Comune spende soldi dei cittadini, costituendosi in giudizio per confermare opere che gli stessi cittadini, con ogni mezzo di partecipazione, sottolineano essere contrarie al bene del territorio.

Tornando alla raccolta differenziata, da sempre segnalo la necessità di essere dalla parte dei cittadini, e non contro: organizzare periodicamente incontri pubblici, soprattutto dove i problemi della differenziata sono più gravi, incontrare i ragazzi delle scuole, che spesso sono il motore della corretta raccolta all’interno delle famiglie.

Infine, se da un lato è giusto sanzionare i comportamenti scorretti, è altrettanto importante proporre incentivi e premi per chi si distingue per una corretta differenziazione. Numerosi Comuni hanno assunto questo atteggiamento con risultati eclatanti. Per fare un esempio, gli eco-compattatori sono un rimedio valido ed economico per migliorare il conferimento di plastica: al cittadino che conferisce materiale di qualità vengono erogati dei punti che potrà utilizzare in esercizi convenzionati, oppure per pagare servizi pubblici. Di esempi come questo ce ne sono in abbondanza, basterebbe avere un po’ di umiltà e guardarsi intorno.


da Massimo Papolini
Progetto Comune - Mondolfo Marotta





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2015 alle 06:31 sul giornale del 15 giugno 2015 - 464 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, raccolta differenziata, mondolfo, politica, marotta, controlli, Massimo Papolini, progetto comune mondolfo marotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/akGQ





logoEV
logoEV