SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Olivetti e Gandiglio sulle tracce di Expo 2015

2' di lettura
700

La collaborazione tra i due istituti per il progetto "6 QUEL CHE MANGI" al traguardo finale con la distribuzione a scuola di una merenda sana ed ecosostenibile: martedì 19 maggio nell'Aula Magna dell'Istituto Gandiglio, gli studenti dalla classe 3C dell'istituto Olivetti e quelli della 2F dell'Istituto Comprensivo, hanno "lavorato" gomito a gomito per preparare una merenda sana e diffondere, a partire dalle scuole, l'abitudine ad una alimentazione corretta ed equilibrata. Si vuole promuovere così negli adolescenti, la cultura della salute attraverso l'acquisizione di una maggiore consapevolezza rispetto al cibo, ai suoi luoghi e modi di produzione.

Sono stati dunque questi gli obiettivi del progetto "6 QUEL KE MANGI", realizzato sulla scia di EXPO 2015, che ha trovato la collaborazione di due istituti del territorio attraverso momenti esperienziali significativi, coinvolgendo un team di esperti nell'ambito dell'educazione ambientale, dell'agricoltura biologica e della salute; il fine è anche quello di arrivare ad una conoscenza diretta dei prodotti, ma anche della loro storia e dell'opera umana che c'è dietro ad ogni ciclo di produzione e di filiera alimentare.

Il percorso si è avvalso della collaborazione della Cooperativa GERICO che ha fornito il supporto tecnico ed alimentare; dal punto di vista metodologico, è stata utilizzata la tecnica della peer education, attraverso cui gli studenti della classe 3C dell'Olivetti, dopo aver approfondito in classe i contenuti, hanno realizzato incontri ed attività guidando gli studenti della classe 2F al confronto su tematiche importantissime come la lettura attenta dell'etichetta dei prodotti che si acquistano o gli alimenti da preferire per una crescita armoniosa ed equilibrata.


Il percorso, iniziato nel mese di novembre, oltre agli incontri in aula, ha previsto una visita guidata all'Emporio Gerico e all'azienda agricola Girolomoni, all'annesso al pastificio e al Museo della civiltà contadina.

Tappa dolce e conclusiva è stata la merenda bio-sostenibile costituita da pane e crema di nocciole, yogurt e fiocchi di avena, pizza e patatine bio, succhi, spremuta di arancia e ... tanta tanta frutta in mega macedonia rigorosamente senza zucchero, offerta anche gli studenti e delle classi 1F e 3F. Prima della merenda sono stati proiettati tre brevi cortometraggi realizzati da alcune classi dell'Olivetti sul tema della pasta , "l'Italia cotta e mangiata" e sul tema della contraffazione alimentare, "INdispensaBILE" e "FAKE".

Unanime la soddisfazione per l'organizzazione messa in campo dagli studenti della 3C e 2F; i Dirigenti Anna Gennari e Athos Salucci hanno sottolineato l'alto valore di un momento formativo basato sulla fattiva collaborazione tra studenti di diversi ordini di scuola che trasmettono conoscenze per acquisire stili di vita sani ed ecosostenibili.
Grandi apprezzamenti anche dalle docenti Nicoletta Spendolini, Tiziana Conti, Anna Ucci e Barbara Bacchini che hanno seguito tutto l'iter del progetto.


ARGOMENTI

da Istituto Professionale di Stato Adriano Olivetti




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2015 alle 18:07 sul giornale del 28 maggio 2015 - 700 letture