x

Le peculiarità di Marotta e Mondolfo

bernacchia 2' di lettura Fano 29/04/2015 - Che il nostro Comune abbia delle peculiarità ne siamo fortemente convinti, prima fra tutti il debito pro-capite per residente che è uno dei più alti della Provincia. Da uno studio di IRES-CGIL risulta che i Comuni del pesarese, tra i 10.000 e 25.000 abitanti, avevano nel 2012 un indebitamento medio di euro 760 pro-capite, con una tendenza ad una rapida diminuzione per liberare risorse per progetti ed investimenti pubblici.

Mentre Pesaro e Fano hanno praticamente azzerato il loro indebitamento e Senigallia procede a tappe forzate verso la restituzione dei mutui, rinegoziando quelli consolidati a lunghissima scadenza, Mondolfo è arrivato al 31.12.2014 ad avere un totale di mutui per più di 12.000.000 d'euro, di cui 2.700.000 euro circa ereditati da Fano, per una rata complessiva annua di piu di un milione d'euro. Cifre colossali che ci portano in controtendenza e ci costringeranno all'immobilismo più assoluto per molti anni a venire.

Il debito pro-capite, per i mondolfesi, è così salito ad euro 840. Tenendo conto anche della presenza di ben 1.375 stranieri, il 9, 5% dell'intera popolazione, senza questi nel conto si arriva ad un indebitamento medio di quasi 1.000 euro per residente. Ogni commento sembra superfluo.

Una situazione politica ed amministrativa praticamente drammatica. Pesaro, Fano e Senigallia stanno già progettando gli investimenti pubblici futuri, liberi od alleggeriti dalla loro situazione debitoria, mentre Mondolfo non può fare altro che puntare tutto sugli investimenti esterni, per tentare di dare fiato all'economia locale, con i lavori compensativi per la chiusura del passaggio a livello di Marotta e con l'Outlet.

Bisognerà vedere se questi "miraggi" si renderanno, almeno in parte, concreti, noi ne dubitiamo fortemente.

Non dimentichiamoci, inoltre, delle altre pendenze, prima fra tutti la "grana" con la Sadori gas. Un precedente contenzioso con una famiglia mondolfese per dei terreni è costata alla comunità ben 500.000 euro.

Cosa fare dunque?

Risolviamo tutto con le "entrate" che si portano dietro gli ex-fanesi? Facciamo pagare le rate dei mutui solo a loro? Abbiamo sempre accompagnato le nostre critiche con delle proposte ma questa volta non abbiamo la soluzione. Siamo anche convinti, in una situazione del genere, che coloro, i quali parlano di "futuri radiosi", siano politicamente in malafede e potenzialmente pericolosi.

Forse fra un anno, col rinnovo del Consiglio Comunale, le varie liste elettorali in lizza tra loro faranno a gara, non per vincere ma, per perdere.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2015 alle 18:52 sul giornale del 30 aprile 2015 - 401 letture

In questo articolo si parla di attualità, mondolfo, Comitato Cittadino Mondolfese, bernacchia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiLy





logoEV
logoEV