x

Marotta: l'intera comunità partecipa al funerale di Davide Bronzini

1' di lettura Fano 27/04/2015 - Tantissime persone alle esequie del trentenne deceduto a Miami lo scorso marzo. Amici e parenti stretti in un grande abbraccio. Il sacerdote si commuove durante l'omelia.

Sotto un cielo plumbeo Marotta saluta Davide, valoroso marinaio salpato alla volta di Miami. Nella città oltre il mare aveva aperto un ristorante, trovando così la sua piccola fortuna, la sua parte di ricchezza. Per gli amici più cari è stato come un dono inaspettato poiché tra le persone accorse a dargli degno addio c'erano tanti volti sconosciuti: anziani che si dolevano sommessamente per una vita finita troppo presto e ragazzi che lo conoscevano appena.

Il parroco, don Egidio Bugugnoli, è vacillato al ricordo del giovane che lui stesso aveva battezzato trent'anni prima, al quale aveva offerto l'eucaristia per la prima volta: con voce spezzata, è stato sul punto di interrompere l'orazione funebre.

Una tragedia privata che diventa il dramma di un'intera comunità perché in tanti, qui a Marotta, sono partiti per la Florida. Davide, però, era riuscito ad aprire un locale di ristorazione e a sposarsi. Sacrifici e successo fino al giorno in cui, tornando a casa in moto, fu investito da un'automobile che non si era fermata a un segnale di stop. Poi la corsa in ospedale e il decesso. Ora lascia la moglie, Sonya, con cui si sposò nel 2012, la sorella e i genitori: niente parole dal pulpito per il padre che è rimasto sempre seduto, lo sguardo immobile e rassegnato sul feretro del figlio.

La salma, tornata in Italia un mese dopo il tragico avvenimento, è stata tumulata nel cimitero di Mondolfo, paese natale della famiglia Bronzini.








Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2015 alle 16:58 sul giornale del 28 aprile 2015 - 1499 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aiET





logoEV
logoEV