x

Durante (M5S): 'Sanità: I cittadini vogliono un servizio, il PD vuole evitare l'argomento'

Henry Domenico Durante 2' di lettura Fano 19/04/2015 - Ieri a Fossombrone, all’evento organizzato dalla Onlus Art.32, erano assenti i Candidati Ceriscioli e Spacca. Presente il candidato del M5S Gianni Maggi. Chi non ha paura di confrontarsi non si nasconde. Il PD di sanità non vuole parlare, ha paura dopo anni di gestione che ha portato al fallimento che vediamo tutti.

E’ una prassi antica quella di mantenere l’attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali concentrandola completamente su temi che non hanno alcuna importanza. In questo i più bravi sono certamente illusionisti e politici e, negli ultimi anni, non esiste distinzione tra le due categorie.

Veniamo continuamente distratti dal falso problema dell’ospedale unico e delle Asur più o meno numerose mentre i problemi più impellenti da risolvere sono:

- ingerenze politiche nell’affidamento degli incarichi più importanti

- l’incapacità e l’arroganza degli uomini di fiducia della politica

- assessori che non hanno certamente competenze e che non si premurano neanche di ricercarle.

Il buon padre di famiglia non ragionerebbe come la politica di questi ultimi anni, poiché non è diminuendo le poltrone o promettendo un ospedale unico, con forme di finanziamento che fanno sfregare le mani ai privati e alla mafia, che si assicura una sanità migliore. I cittadini non vogliono una struttura ma vogliono un servizio, una sanità pubblica, efficiente e accessibile a tutti.

In questo entra in gioco il cittadino che non ha legami con nessuno, lo sconosciuto al quale non sai come arrivare, il pericoloso cittadino 5S che entra nelle istituzioni e che può far saltare gli appalti milionari su cui la mafia metterà le mani e le nomine fatte con i soliti metodi e le solite ingerenze della politica.

Il presunto risparmio dovuto alla diminuzione delle strutture e al concentramento in un unico polo non possono in nessun modo favorire il miglioramento dei servizi soprattutto se le metodiche dei partiti, nella scelta delle persone cardine della sanità, rimangono le stesse.

Io sono convinto che ogni cittadino pagherebbe quanto dovuto alle figure professionali della sanità, ai direttori generali e agli amministrativi se e solo se amministrassero la sanità con competenza, onestà ed efficienza.

Una delle prime necessità per salvare la nostra sanità e entrare nelle istituzioni come forza di maggioranza e cacciare gli uomini di fiducia dei partiti dalla gestione. Già solo questo basterebbe a cominciare un percorso che preveda la risoluzione dei problemi che sono sotto gli occhi di tutti.


da Henry Domenico Durante
Candidato Consigliere Regionale M5S - Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2015 alle 19:53 sul giornale del 20 aprile 2015 - 326 letture

In questo articolo si parla di attualità, M5S Pesaro, Henry Domenico Durante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aigV





logoEV
logoEV