x

Marotta unita: Fano approva la convenzione sulle proprietà da cedere a Mondolfo

piazza kennedy 3' di lettura Fano 17/04/2015 - Altro passo in avanti delle due amministrazioni comunali: nella seduta del 16 aprile anche il consiglio di Fano ha approvato il documento che regola i beni da passare alla giunta del sindaco Cavallo.

Con 16 voti favorevoli, sei contrari e due astenuti, Fano dice sì alla stessa delibera votata da Mondolfo alla fine di marzo. Ora resta solo la Regione Marche, la quale dovrà affidare a un commissario super partes il compito di redimere la destinazione dei beni disponibili su cui non si è trovato un accordo: i locali di via Ferrari (il centro civico) e quelli di via Damiano Chiesa (l'ex scuola elementare)

Pareri negativi dalla minoranza che ha votato contro. Il consigliere Garbatini parla di 'nude proprietà' e del timore che "Fano sud" possa essere spogliata di ogni servizio: 'Ritenevamo opportuno che questa delibera venisse ritirata per lasciare ogni decisione al commissario che probabilmente avrebbe avuto più a cuore le sorti dei cittadini, garantendogli il servizio per un periodo di tempo adeguato affinché il Comune di Fano possa riorganizzarsi'.

Anche lo stesso sindaco Seri e alcuni consiglieri di maggioranza, tra cui il capogruppo della lista civica 'Noi Città', Riccardo Severi (assessore nella precedente giunta Aguzzi ndr), hanno criticato le scelte politiche che stanno alla base del referendum, e, nonostante la votazione favorevole della delibera, hanno espresso preoccupazione per i servizi pubblici che, con questa cessione, potrebbero venire a mancare nel territorio di Ponte Sasso e di Torrette.

Nel testo approvato si apprende che l’ufficio anagrafe in Via Ferrari non sarà più utilizzato da Fano; sarà definito il passaggio di gestione dei servizi sociali al Comune di Mondolfo e il trasferimento delle convenzioni con le associazioni sportive per la palestra comunale, campo sportivo e campi tennis in Via Martini.

E’ stato inoltre trasmesso l’elenco dei soggetti che hanno usufruito dei servizi di assistenza educativa scolastica, servizio di assistenza educativa domiciliare e servizio assistenza domiciliare. Verranno trasferite le concessioni demaniali marittime. Definito il passaggio di proprietà degli arredi in dotazione nelle sedi scolastiche della scuola dell’infanzia in Via Dalmazia, scuola primaria Fantini e scuola primaria di secondo grado Faà di Bruno in Via Corfù.
Fano manterrà operative le forniture elettriche e di combustibile anche dopo il 31 dicembre 2014 con le stesse modalità ed è stato chiesto all'Aset di volturare i contratti idrici. La farmacia in Via Ferrari, di cui Fano è titolare, rimarrà nell’attuale sede sino a quando il Comune di Mondolfo non potrà istituire ulteriori sedi farmaceutiche. I due Comuni hanno anche concordato il trasferimento di sette dipendenti.
Mondolfo subentra nei contratti in essere per la gestione dei servizi pubblici stipulati dal Comune di Fano fino alla naturale scadenza per appalti e forniture. I beni demaniali e indisponibili (che non si possono vendere) adibiti a servizio pubblico sono stati trasferiti e Mondolfo si farà carico degli oneri finanziari derivanti dai mutui accesi dal Comune di Fano sugli immobili oggetto del trasferimento.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2015 alle 10:14 sul giornale del 18 aprile 2015 - 449 letture

In questo articolo si parla di politica, marotta, piazza kennedy, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aib3





logoEV
logoEV