x

Internet e il divario digitale: a Fano metà della popolazione è coperta dalla banda ultra larga

Fibra ottica 2' di lettura Fano 17/04/2015 - I dati sono stati pubblicati dall'azienda Infratel Italia Spa e mostrano uno scenario confortante rispetto a quello nazionale. Nel Comune di Fano sono tre gli interventi pubblici che mirano a diminuire il 'digital divide' e a portare un internet più veloce per tutti.

Banda ultra larga, ovvero tutte quelle connessioni che superano i 20 megabit al secondo in download (scaricamento dal web al proprio pc) e upload (caricamento di dati dal pc verso il web): nel Comune di Fano il 51,6% della popolazione è coperto dal servizio a 30 Mbit. Un dato molto incoraggiante se confrontato con la media nazionale che si ferma al 23%. Caso a parte resta la mirabolante velocità dei "100 mega" che può ancora definirsi una chimera da queste parti.

Questi numeri non sono casuali e provengono dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha condiviso il lavoro della Infratel Italia Spa, prima piattaforma pubblica creata per informare i cittadini sul reale stato di ampliamento della rete. Infratel è una società interamente controllata da suddetto ministero, ideata per portare avanti il 'piano banda ultra larga', mostrando nel dettagli i lavori in tutti i Comune e i fondi pubblici utilizzati.

Entrando nello specifico, la banda larga è ormai una realtà consolidata nel territorio fanese: il 95% dei residenti è connesso con velocità che vanno dai 2 ai 20 mega, sia da "fisso", cioè attraverso la connessione di casa che passa nella linea telefonica tradizionale, sia in "wireless", cioè in 3G e 4G. Il divario digitale, ossia gli abitanti non coperti dalla banda larga, si ferma al 4,5%.

La banda ultra larga, che parte dai famigerati 30 megabit, copre poco più della metà dei fanesi: il 51,6% per l'esattezza. Qui il divario si fa più consistente, attestandosi al 48,4%, ma l'obiettivo principale di Infratel è proprio quello di raggiungere la copertura totale entro il 2020.

La connessione a 100 megabit, resta, invece, ancora un sogno e, forse proprio per questo, il Comune di Fano è stato inserito nell'area 'nera' come molti altri Comuni della nostra Regione.

Secondo i dati del ministero, attualmente sarebbero tre gli interventi pubblici volti a migliorare la connessione dei fanesi: uno nella frazione di Caminate, un altro che va dal Fenile all'A14 e il terzo in centro. A questi tre interventi, completati per l'88%, si devono aggiungere i tempi per ottenere i permessi di scavo: secondo il sito della Infratel, il Comune di Fano rilascia tali autorizzazioni nel giro di 333 giorni, contro i 140 della Regione Marche e i 136 della media nazionale.






Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2015 alle 16:14 sul giornale del 18 aprile 2015 - 727 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, internet, banda larga, fibra ottica, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aidB





logoEV
logoEV