x

La settimana del Malatesta e Politeama: 'Vincent Van Gogh, Un nuovo modo di vedere' e 'Young Syrian Lenses'

van gogh 3' di lettura Fano 13/04/2015 - Il 14 aprile per la rassegna “mARTEdì – Cattedrali della Cultura” sarà in programma al Cinema Malatesta – in primissima visione mondiale e per un solo giorno – il nuovissimo documentario di David Bickerstaff su Van Gogh. Si tratta di un vero e proprio evento cinematografico, lanciato da Nexo Digital in contemporanea mondiale in oltre 1000 sale di tutto il mondo per celebrare i 125 anni dalla morte del grande artista olandese.

“Vincent Van Gogh - Un nuovo modo di vedere” è in pratica un grande tour cinematografico nel Van Gogh Museum di Amsterdam, alla scoperta delle sue opere ma soprattutto dell’artista che ha rivoluzionato il nostro modo di vedere. Realizzato in oltre due anni di lavoro, il film svela i tesori del museo e il nuovo allestimento, guidando lo spettatore tra gallerie e magazzini generalmente chiusi ai visitatori, il tutto raccontato con l'interpretazione di curatori, storici dell’arte e artisti in grado di condurre per mano lo spettatore a scoprire meglio la personalità di un mito dell’arte moderna, che era un uomo di pensiero profondo, desideroso di comprendere l'essenza del fare arte.

“Vincent van Gogh è diventato un artista a 27 anni – ha dichiarato Bickerstaff per indurre alla riflessione – e ha prodotto opere solo per 10 anni prima di spegnersi nel 1890. Ciò di cui molte persone non si rendono conto è che per i primi cinque anni ha realizzato solo disegni e acquerelli - non quadri. Ha quindi prodotto oltre 450 opere negli ultimi cinque anni della sua vita. È incredibile pensare che molte di esse sono dei veri capolavori. Immaginate cosa avrebbe potuto realizzare se non si fosse suicidato?”

Giovedì 16 aprile, al Cinema Politeama, il tradizionale ciclo d’essai Cinefanum propone un appuntamento davvero speciale: Young Syrian Lenses racconta infatti la resistenza siriana mostrando la vita dei media attivisti di Halab News sotto i continui bombardamenti a cui è sottoposta la loro città.
Il documentario, realizzato nel maggio 2014 e patrocinato da Amnesty International, nasce dall’incontro tra autori marchigiani: i registi sono infatti l’anconetano Ruben Lagattolla e il pesarese Filippo Biagianti. L’ingresso in Siria fu reso possibile grazie all’aiuto di un senigalliese, Enea Discepoli, il quale aveva affrontato già più volte l’esperienza di un viaggio in Siria ed ha realizzato un ampio reportage fotografico di questa straordinaria avventura. Una volta oltrepassato il confine, il gruppo di nostri corregionali raggiunse Aleppo con l’intento di filmare l’attività dei ragazzi che lavorano nei network di informazione: armati solo di videofonini e telecamere, essi sono diventati una delle principali fonti di notizie per i media di tutto il mondo.

Lagattolla e Discepoli saranno personalmente presenti in sala durante la proiezione per raccontare ai presenti la genesi e le vicissitudini del film. Il pubblico potrà interagire con loro al termine della proiezione.

Gli spettacoli sono entrambi in programma alle ore 21.15. I biglietti di ingresso saranno di 8 euro per lo spettacolo di martedì al Malatesta e di 6 euro per quello di giovedì al Politeama.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2015 alle 18:55 sul giornale del 14 aprile 2015 - 431 letture

In questo articolo si parla di cinema, fano, spettacoli, van gogh, Politeama, cinema fano, cinema politeama, cinema Fano Politeama e Malatesta, Cinema Malatesta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ah1K





logoEV
logoEV