x

Pasqua 'stupefacente', arrestate 6 persone tra cui un ex candidato sindaco

polizia 3' di lettura Fano 04/04/2015 - In occasione delle festività pasquali gli agenti di polizia hanno incrementato i controlli del territorio soprattutto in luoghi caratterizzati da una maggior presenza di persone, centri commerciali, luoghi di culto e di interesse culturale, nonché caselli autostradali e stazioni ferroviarie. Durante i controlli sono stati effettuati 6 arresti. Durante le indagini gli investigatori della Squadra Mobile hanno acquisito notizie circa un spaccio di cocaina in Pesaro che ha consentito di risalire a tre soggetti che a vario titolo collaboravano nello spaccio di cocaina, proveniente da Milano. In particolare è stata identificata una 32enne C.G.R., originaria di Torino e residente a Pesaro, risultata essere la “capomaglia”, ovvero al persona che in città gestiva il traffico illecito.

La stessa, sottoposta ad un controllo in occasione del suo rientro da un viaggio nel capoluogo lombardo, è stata trovata in possesso di cocaina e tratta in arresto unitamente al padre G.R., di anni 60, che si trovava in auto con lei al momento del controllo e che è risultato anche lui coinvolto. Nell’abitazione della donna è stata inoltre rinvenuta altra droga (in totale, nel corso dell’operazione, sono stati sequestrati circa 100 gr. di cocaina), un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. E' stato inoltre identificato ed arrestato Cristiano Sambuchi, pesarese di anni 42, ex candidato sindaco per la lista civica “Pesaro in Movimento” poi confluita nell’alleanza di centrodestra, risultato essere colui che oltre a collaborare nello spaccio al minuto, teneva la relativa contabilità.
E' emerso che la 32enne effettuava una media di due viaggi a settimana, rifornendosi di quantità di cocaina variabili far i 50 e di 100 gr. alla volta (sostanza che una volta tagliata, poteva essere rivenduta a euro 80/90 al gr.). Gli arresti sono stati successivamente convalidati dall’Autorità Giudiziaria, che a posto la donna agli arresti domiciliari in quanto madre di figli in tenera età, mentre per i suoi complici è stata disposta la custodia cautelare in carcere.
Inoltre, il personale del Commissariato di P.S. di Fano ha arrestato L.M. 37enne originario e residente nella Provincia di Napoli, che, appena sceso da un treno proveniente da Bologna, è stato controllato dagli Agenti all’interno della Stazione di Fano. Insospettiti dal nervosismo palesato dall’uomo, i Poliziotti hanno deciso di sottoporlo a perquisizione, rinvenendo nella sua valigia un involucro contenente gr. 40 di cocaina, nonché mezzo chilo di marijuana. Il 37enne, pertanto, è stato tratto in arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente ed associato alla Casa Circondariale di Villa Fastiggi.
Sempre il personale del Commissariato di P.S. di Fano, nel medesimo contesto, ha arrestato A.R., nigeriano di anni 26, residente a Fano, che, sceso poco prima da un treno proveniente da Ancona, è stato controllato nei pressi di quella Stazione Ferroviaria. Lo stesso, anche in questa circostanza, ha attirato i sospetti dei Poliziotti per l’evidente stato di disagio e nervosismo che palesava durante l’identificazione. Dai successivi approfondimenti è emerso che lo straniero trasportava, inseriti all’interno del retto, 3 ovuli che, una volta espulsi a seguito del ricovero presso l’Ospedale Civile, sono risultati contenere in totale gr. 40 di eroina pura . Pertanto il 26enne è statoa tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Villa Fastiggi.
Sempre a Fano, i Poliziotti hanno rintracciato, infine, B.G., italiano di anni 26, risultato colpito da ordine di carcerazione, dovendo espiare la pena di anni uno e mesi due di reclusione per furto e reati in materia di stupefacenti. L’uomo è stato quindi tratto in arresto e condotto presso il carcere pesarese.





Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2015 alle 16:55 sul giornale del 07 aprile 2015 - 1514 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, pesaro, rossano mazzoli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahGl





logoEV
logoEV