x

Il dramma di Silvia: nel suo studio lascia delle medicine per il padre malato

Silvia gadani 1' di lettura Fano 03/04/2015 - Silvia Gadani, la 41enne fanese morta a Roma, aveva lasciato un messaggio alla sorella, indicandole di cercare qualcosa nel casetto del suo studio

Gli amici e i parenti non credono nel suicidio: Silvia era una persona molto forte, nonstante le amare vicissitudini della vita. Aveva voltato pagina dopo la fine del suo matrimonio, anche se questa ultima relazione, iniziata da pochi mesi aveva molti alti e bassi. Su facebook la donna non mostra segni di sconforto: il suo amore per gli animali è al primo posto. Davvero questa donna, avrebbe voluto togliersi la vita dopo aver litigato con il suo fidanzato, che aveva raggiunto il 31 marzo a Roma? Un gesto così tragico nascondeva forse un disagio più profondo, tale da non permetterle di vivere un'altra storia con tranquillità? I carabinieri indagano anche sull'ultimo ritrovamento nel suo studio, se sia stato forse un pensiero ultimo per suo padre, oppure una reale dimenticanza, che aprirebbe altri scenari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2015 alle 14:02 sul giornale del 04 aprile 2015 - 2577 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, silvia gadani, Angela Fandra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahDm





logoEV
logoEV