Centrale Fotografia: sabato l'inaugurazione della mostra fotografica 'Il lavoro dolce'

Il lavoro dolce 2' di lettura Fano 11/12/2014 - Sabato 13 dicembre 2014 alle 18.00, s’inaugura al Caffè Centrale di Fano una mostra fotografica e verrà presentato il catalogo “Il lavoro dolce”, per festeggiare la concomitanza di due anniversari: i centoquattro anni di vita del Caffè Centrale, e cinque anni di attività dell’associazione culturale Centrale Fotografia; due situazioni diverse, che convivono al 104 di corso Matteotti, nel cuore del centro storico di Fano.

Negli ultimi anni, quando nelle Marche si parla di fotografia e arte, si pensa spesso al Caffè Centrale di Fano, dove nel 2009, da un’idea di Marcello Sparaventi attuale presidente, e la collaborazione dei fratelli Fabio e Matteo Cavazzoni, gestori del locale, sono nate innumerevoli iniziative sulla cultura della fotografia. Giugno 2009, nasce l’associazione culturale, con la prima edizione della rassegna di Centrale Fotografia, dedicata ai Maestri della Scuola fotografica marchigiana, Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli e Luigi Crocenzi; durante questi cinque Fano ha avuto il privilegio di accogliere fotografi e artisti italiani di rilievo internazionale: Franco Vaccari, Olivo Barbieri, Mario Cresci, Paolo Ventura e tanti altri.

Il racconto fotografico Il lavoro dolce vuole rendere omaggio ad un luogo magico, il laboratorio artigianale del Caffè Centrale, dove Matteo Cavazzoni - proprietario del Caffè insieme al fratello Fabio - e i suoi collaboratori preparano, dalle prime ore del mattino, quando ancora la città dorme, le migliori specialità pasticciere: torte, paste e brioches, che i fanesi accompagnano con un buon caffè o con la tipica moretta. Quattro bravi fotografi, collaboratori di Centrale Fotografia, Paolo Giommi, Tim Cooper, Cristina Fori e Luciano Serafini, hanno varcato la soglia del laboratorio con l’intento di riprendere la materia, i colori, gli strumenti, e di catturare l’atmosfera che vi si respira: dal giallo acceso dell’impasto al grigio freddo dell’acciaio degli utensili. I quattro fotografi hanno cercato di descrivere e interpretare, attraverso le immagini, le fasi di un lavoro artigianale antico.

Il progetto fotografico ha ispirato, quasi naturalmente, una riflessione etica: sebbene il lavoro sia una delle attività più importanti delle nostre vite, la crisi economica globale ha fatto sì che la disoccupazione, soprattutto giovanile, abbia raggiunto picchi preoccupanti, con gravi conseguenze sociali. L’esperienza di Matteo Cavazzoni e del suo lavorodolce - svolto ogni giorno, con impegno, professionalità e arte - dona ottimismo e speranza: è ancora possibile, con tenacia e un pizzico di fortuna, trovare la professione che mette in luce le nostre qualità, che ci dà la forza di guardare al futuro, migliorando noi stessi e chi ci sta vicino. Nell’occasione, verrà presentato la nuova veste grafica del sito dell’associazione, www.centralefotografia.com, curata da Alberto Masini.


da Centrale Fotografia
Rassegna di eventi sulla fotografia e l'arte






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2014 alle 11:29 sul giornale del 12 dicembre 2014 - 438 letture

In questo articolo si parla di cultura, Marcello Sparaventi, centrale fotografia, mostra forografica, inaugurazione mostra fotografica, Matteo Cavazzoni, Il lavoro dolce

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acMq





logoEV