'Morte e Vida Severina': il dramma brasiliano al Teatro della Fortuna a favore dei rifugiati

1' di lettura Fano 06/12/2014 - Giovedì 11 dicembre ore 21, presso il Teatro della Fortuna di Fano, si terrà la serata di beneficenza in favore dei rifugiati politici ospitai nella Diocesi di Fano.

Con la regia di Marco Florio verrà messo in scena "Morte e Vida Severina", un dramma popolare brasiliano di Joal Cabral de Melo Neto (noto poeta brasiliano) che racconta la storia di Severino, uno dei tanti migranti che cercavano di sfuggire alla sorte già scritta nel loro paese, nella speranza di una vita migliore, e al tempo stesso un poema natalizio, che vuole lasciare un seme di speranza anche quando sembra che tutto sia finito.

Già presentato ai cittadini quest'estate nella bellissima cornice dell'ex Chiesa di san Francesco in occasione del ventennale della morte di Don Paolo Tonucci, lo spettacolo verrà riproposto nella prestigiosa sede del Teatro della Fortuna di Fano dedicandolo a tutti i migranti di oggi.

"Da oltre un anno ci occupiamo di rifugiati politici -ha spiegato Don Vincenzo Solazzi, parroco di Fano- nonchè di migranti e con questo spettacolo vorremmo riuscire a far emergere la loro presenza in città (ormai 10%, ndr.), facendoli così sentire importanti e parti integranti della comunità. Non bisogna lasciare in silenzio ciò che accade nei nostri mari, con così tanti giovani che chiedono il nostro aiuto."

Biglietti presso il botteghino del Teatro della Fortuna a partire dal 4 dicembre. Prezzo d’ingresso: 1° settore € 15,00; 2° settore € 10,00. L’APiTo Marche devolverà l’intero incasso della serata in favore degli oltre 80 rifugiati politici ospitati nel territorio diocesano.












logoEV