Mondolfo: il sindaco Cavallo scrive ai cittadini dell'ex Marotta di Fano

Marotta Unita 3' di lettura 19/07/2014 - Da venerdì 19 luglio Marotta è unita sotto un'unica amministrazione comunale e il Sindaco di Mondolfo, Pietro Cavallo, ha scritto per l'occasione una lettera destinata a tutti i marottesi che ora fanno parte del territorio unificato.

Chiedendo scusa per i disagi che, inevitabilmente, accadranno durante questa fase di transizione, il primo cittadino mondolfese precisa che le modifiche burocratiche saranno compiute dagli uffici preposti in collaborazione con enti e istituzioni. Andando in ordine, i punti definiti nella lettera riguardano indirizzi di domicilio, archivi e banche dati della pubblica amministrazione, i rapporti tra utenze e servizi quali acqua luce gas, le poste, i libretti di circolazione e le patenti, carta di identità, passaporto, tessera elettorale e sanitaria. Più che di una lettera, quindi, si tratta di una sorta di primo e vademecum con il quale si spiega alla cittadinanza che il passaggio da un Comune all'altro non implica alcun rischio per nessuno.

Premessa fondamentale: tutti i cittadini manterranno l'indirizzo di precedente residenza. Non si dovranno, inoltre, sollecitare gli atti di competenza del Comune, il quale provvederà ad aggiornare i dati all'anagrafe, ai tributi, alle autorizzazioni comunali, alle comunicazioni agli Enti pensionistici ed all'Azienda Sanitaria Locale. Non ci sarà necessario attivarsi per modificare i contratti con le aziende erogatrici di servizi (acqua luce gas), poiché la comunicazione del passaggio sarà inviata da Mondolfo alle ditte e alle società operanti sul territorio. Il recapito della posta sarà garantito all'indirizzo attuale, salvo il nuovo cap che sarà 61037, e le poste Italiane garantiscono la consegna di tutto il materiale anche se il cap non sarà corretto.

Per quanto riguarda la patente, gli altri documenti di circolazione, carta di identità e passaporto, nella missiva di Cavallo si legge che i proprietari dei veicoli non dovranno cambiare l'indirizzo sul libretto di circolazione né sulla patente, perché l'obbligo è previsto solo in caso di cambio di abitazione. I documenti d'identità posseduti non verranno sostituiti, se non alla scadenza del periodo di validità. Per quanto riguarda il passaporto anche questo non verrà sostituto se non alla scadenza naturale e quindi non vi sarà bisogno di nessun aggiornamento. Le sezioni elettorali subiranno un cambiamento e le tessere elettorali attualmente in possesso dei cittadini saranno sostituite con una nuova emessa dal comune di Mondolfo, recante l'indicazione del luogo di votazione, che sarà consegnata a casa in occasione della prime elezioni utili. La tessera sanitaria in possesso dei cittadini, medici di famiglia e servizi sanitari attualmente erogati restano normalmente in funzione.

Le funzioni di sicurezza e ordine pubblico del territorio vengono immediatamente assunte dal sindaco di Mondolfo. La vigilanza urbana sarà assicurata dal corpo dei Polizia Municipale. Per ogni necessità i cittadini possono rivolgersi agli uffici di Marotta, in Piazzale della Stazione ferroviaria, (0721 960629), oppure a Mondolfo (0721 939249).





Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2014 alle 16:10 sul giornale del 21 luglio 2014 - 805 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, marotta, cavallo, referendum marotta, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7r8


Venerdì 19 luglio? Di quale anno, nel 2014 non esiste? Ma chi è che scrive i comunicati per conto dell'amministrazione comunale? Di sicuro un "genio", ma Mondolfo li raccoglie proprio tutti?




logoEV