SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Casello di Fano Nord: Carloni presenta una mozione in Regione

4' di lettura
669

Mirco Carloni

Mirco Carloni, in qualità di Consigliere Regionale, ha presentato all’Assemblea Legislativa delle Marche una mozione sull’“autorizzazione alla realizzazione del Casello autostradale Fano Nord”.

“Preso atto che:

-tra gli interventi previsti dalla Autostrade per l'Italia S.p.A. è compreso, tra gli altri, il progetto denominato: “Autostrada (A14): Bologna - Bari - Taranto. Ampliamento alla terza corsia del tratto Rimini Nord - Pedaso. Tratto: Cattolica - Fano – Nuovo Svincolo di Fano Nord;

-il Nuovo Svincolo di Fano Nord fa parte delle opere compensative a carattere infrastrutturale, ricadenti nel Comune di Fano, prescritte nell’ambito del processo autorizzativo dei lavori di adeguamento alla terza corsia del tratto dell’Autostrada A14, compreso tra le località di Cattolica (RN) e Fano (PU).

-più precisamente le opere compensative prescritte all’interno del territorio comunale di Fano si riferiscono ai seguenti cinque interventi:

-nuovo svincolo di Fano nord

-bretella di collegamento s.p.45 - s.p.3

-bretella di collegamento s.p.3 – via campanella

-adeguamento del collegamento tra svincolo Fano esistente e ss73bis

-bretella sud di Fano

-tutte le opere sopra elencate ricadono nell’ambito di applicazione della normativa relativa alla Valutazione di Impatto Ambientale (D.Lgs 152/06 “Norme in materia ambientale” e Legge Regionale Marche 26 marzo 2012, n. 3 "Disciplina regionale della valutazione di impatto ambientale (VIA)");

-in data 07/07/2006 si è tenuta la conferenza dei servizi ai sensi dell’art. 81 D.P.R. n. 616 del 24 luglio 1997 e del D.P.R. n. 383 del 18 aprile 1994 in merito al progetto per la realizzazione e l’ampliamento a tre corsie dell’autostrada A14 Bologna-Bari- Taranto tratto Cattolica-Fano.

-nel corso della predetta conferenza di servizi le amministrazioni territoriali coinvolte hanno condiviso il progetto di ampliamento a tre corsie dell’autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto nel tratto Cattolica-Fano, presentato da Autostrade per l’Italia, prescrivendo però, tra l’altro, ad Autostrade per l’Italia la realizzazione di alcune opere complementari ed in particolare:

a) la realizzazione della nuova bretella sud di raccordo alla SS16 nel Comune di Fano e l’adeguamento dello svincolo con la strada Fano-Grosseto e del raccordo alla viabilità comunale attraverso un sistema di rotatorie;

b) realizzazione del nuovo casello di Fano in località Fenile, migliorando il sistema di relazioni con la Provinciale Flaminia, attraverso apposite rotatorie e il tratto di ricucitura con Via Campanella;

c) progettazione della strada complanare di collegamento tra gli svincoli di Pesaro e di Fano con funzione di variante alla SS16, con utilizzo della esistente galleria autostradale Novilara;

-al fine di attuare il miglioramento dei percorsi di adduzione alla viabilità autostradale nel comune di Fano, Autostrade per l’Italia si è resa disponibile a realizzare quanto sopra indicato con un impegno finanziario complessivo previsto in circa 77M€ oltre all’IVA di cui circa 25 M€ solo per la realizzazione del Casello Fano Nord;

-il nuovo casello autostradale in località Fenile di Fano è previsto nel “Piano regionale infrastrutturale, trasporto, merci e logistica” approvato con DACR n. 51 del 3/0772012 come intervento necessario entro il 2015 nella fascia costiera.

-in data 15 aprile 2013 sono stati depositati gli elaborati integrativi al progetto ed allo studio di impatto ambientale come da richiesta di integrazioni alla documentazione progettuale, avanzata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;

-tali elaborati integrativi sono depositati, al fine di consentirne la pubblica consultazione, presso la Regione Marche, Servizio Territorio Ambiente Energia - Posizione di Funzione Valutazioni ed Autorizzazioni Ambientali, presso la Provincia di Pesaro e Urbino e presso gli Uffici del Comune di Fano.

-per quanto riguarda le opere complementari, tranne il Casello autostradale in località Fenile, si è concluso positivamente l’iter approvativo sia di competenza regionale, sia di competenza ministeriale;

-in riferimento al Casello autostradale in località Fenile è stato avviato il procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale, in capo al Ministero dell’Ambiente, dove alla Regione è chiesto il proprio contributo istruttorio;

IMPEGNA

la Giunta regionale:

-ad attivare tutte le azioni necessarie alla conclusione dell’iter amministrativo di competenza regionale, attraverso il rilascio dell’apposito parere favorevole, propedeutico al successivo iter approvativo di competenza ministeriale."



Mirco Carloni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2014 alle 13:42 sul giornale del 21 giugno 2014 - 669 letture