SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Mondolfo: Barbieri fiducioso sul futuro della Casa della Cultura

2' di lettura
563

Nell’ ultimo Consiglio Comunale (21.05.2014) c’è stata una aperura della Giunta Mondolfese alla proposta avanzata dal Consigliere comunale di opposizione Nicola Barbieri circa la realizzazione del progetto “Casa della cultura”, che potrebbe prendere vita a Marotta.

”La mia iniziativa è legata alla necessità di offrire ai giovani studenti e alle associazioni del nostro territorio una “Casa della Cultura” (struttura adibita a biblioteca-mediateca e sala lettura), affinché essi abbiano finalmente a disposizione un vero e proprio luogo di incontro, studio e promozione culturale.”

“Non è infatti ammissibile che la cittadinanza, che comprende un bacino di circa 15.000 abitanti se si considera anche la zona di Marotta di Fano, non possa beneficiare di diversi spazi e centri culturali che rispondano a tali esigenze. Ho voluto fortemente portare questa problematica all’attenzione del Consiglio Comunale proprio per sondare la possibilità di istituire a Marotta la “Casa della Cultura”, che mantenga peraltro uno stretto collegamento con la Biblioteca già esistente a Mondolfo, e che diventi un vero e proprio punto di riferimento in particolar modo per studenti ed associazioni culturali.”

“Sono contento che la Giunta comunale, dopo aver valutato la mia proposta, ha fatto sapere di essere interessata al progetto e di aver individuato in “Villa Valentina” la destinazione ideale, considerando anche la notevole opportunità di usufruire del servizio wi-fi già esistente.”

“Dopo l’ultimo Consiglio comunale mi sto adoperando per valutare insieme alle associazioni ed agli studenti se questa possa essere effettivamente la destinazione migliore: in tal caso, infatti, per offrire un servizio di qualità, sarebbe opportuno sfruttare sia il “piano terra” che quello superiore.

La sfida che lancio al Sindaco Cavallo, è quella di realizzare la “Casa della Cultura” in questi ultimi due anni del suo mandato, ormai la scusa che non ci sono i soldi non è più credibile visto che per altri progetti i fondi sono stati trovati, anzi abbiamo l’esempio di altri Comuni anche delle Marche che hanno trovato fondi attraverso la Comunità europea.”

“Continuerò pertanto a spronare la Giunta Comunale a portare a termine questa idea ambiziosa, sperando che non debba essere ricordata come una delle solite promesse non mantenute: ricordo infatti come in questi tre anni l’Amministrazione abbia speso belle parole per realizzare progetti e risolvere problemi, però spesso senza dare concretezza a quanto promesso”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2014 alle 18:08 sul giornale del 20 giugno 2014 - 563 letture