Lega Nord: Luca Paolini replica a Zaffini

Luca Rodolfo Paolini 3' di lettura Fano 29/05/2014 - Come tutti sanno, i confronti si fanno tra cose omogenee. Le banane con le banane e le pere con le pere. Il consigliere Zaffini, pur di dire male di me e dei dirigenti e militanti leghisti, interpreta e mescola dati e tempi come gli fa comodo. Fa, appunto, delle "bananpere".

Sembra che parlarmi dietro stia diventando un suo chiodo fisso. Da 2 anni mi fa oggetto di interventi non proprio positivi, sulla stampa, sui siti ma soprattutto su facebook, davanti i suoi oltre 3100 "amici", spesso spalleggiato da un paio di suoi dipendenti al Gruppo Regionale. La cosa è comprensibile, dato che alcuni di loro sono retribuiti, con soldi pubblici, circa 17.000 euro all'anno, ed è quindi normale che nutrano sincera e umana gratitudine verso il loro “capo”.

Se il Consigliere mi assume, per soli 10.000 euro l'anno, sono disposto a fare 20 post al giorno contro me stesso, su Facebook, Twitter e What's up. Se poi, nel frattempo, mi “sbanna” posso leggere direttamente quel che scrive, a mia insaputa, su “facebook” e replicargli direttamente, senza dover attendere che qualche anima buona mi invii copia delle sue intemerate contro di me... Ma torniamo alle “bananpere”. Zaffini parla di “percentuali da prefisso telefonico”. Io guardo invece ai voti “assoluti”: siamo passati, nelle Marche, da 6600 voti del 2013 ai 21.700, + 350% praticamente gli stessi del 2008! E, allora, non c'erano né un PD al 42% né un Grillo al 25/30%. Ho detto che nelle Marche (e non nel “collegio centro”, legga bene, consigliere...), con 887 preferenze, sono secondo, dopo Salvini, ma prima di Borghezio e l'amico prof. Borghi - due personaggi televisivi e noti a livello nazionale - che hanno fatto realmente campagna elettorale nelle Marche e che per questo, hanno certamente “attratto” su di sé molte preferenze che, forse, sarebbero finite a me. Ma questo Zaffini non lo dice. Sparlare di Paolini, in ogni modo, con ogni mezzo...

Ma la "bananpere" più curiosa è quella in cui il Consiglie Regionale paragona i numeri del 2009 con quelli del 2014. Allora la Lega era in espansione micidiale, “viaggiava” al 10% e non veniva dallo 0,7% del 2013! A Fano, alle Europee, prendemmo 2266 voti, pari al 6%. Sapete quante preferenze personali prese, Zaffini, allora segretario cittadino, lo stesso giorno? 144! (e io non mi ero candidato, da deputato, per non togliergli neppure un voto e neppure c'erano le 20 liste di oggi) ...un successone! Non si capisce quindi in base a quale ragionamento le “mie” 338 preferenze del 2014, prese dopo che, - causa "scandalo" e Grillo - la Lega era scesa, in città, all'1 %, varrebbero meno delle “sue” 144 (ossia meno della metà in termini assoluti) ottenute in un momento in cui la Lega prendeva, il 6%! Mistero delle "bananpere" ...


da Luca Paolini
segretario regionale Lega Nord





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2014 alle 14:49 sul giornale del 30 maggio 2014 - 1353 letture

In questo articolo si parla di politica, luca rodolfo paolini, Luca Paolini, lega nord, roberto zaffini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/41T