x

Sorcinelli (La Destra): 'A proposito di raccolta differenziata...'

federico sorcinelli 2' di lettura Fano 28/03/2014 - Il Consigliere Comunale Benini, di Bene Comune, ha lamentato nei giorni scorsi il fatto che Aset non abbia ancora raggiunto il 65% di raccolta differenziata a Fano, cosa questa che ha comportato il pagamento di una salata eco tassa, che naturalmente è ricaduta anche nelle bollette che tutti abbiamo pagato.

Questo, mentre Pesaro, Mondolfo, San Costanzo, Sant’Ippolito e tanti altri Comuni hanno saputo fare di meglio. Quindi Benini ha proposto un forte incremento della raccolta differenziata porta a porta… Mentre siamo d’accordo con lui che anche a Fano si sarebbe potuto e dovuto raggiungere migliori risultati, proprio non condividiamo il resto del suo ragionamento; a parte il fatto che il calcolo di circa due milioni l’anno di risparmi derivanti dall’incremento della raccolta differenziata ci sembra fatto in maniera frettolosa ed ottimistica, vorremmo soprattutto ricordare che sicuramente almeno Pesaro e San Costanzo non hanno raggiunto alti livelli di raccolta differenziata andando sulla raccolta porta a porta spinta, (che piace tanto a Benini), ma con un mix di raccolta porta a porta e di isole ecologiche.

Per esempio a San Costanzo, dove opera proprio Aset, una parte dei rifiuti viene raccolta direttamente a domicilio, mentre una parte, tra cui proprio la frazione organica, viene conferita direttamente dai cittadini nelle isole ecologiche. In questo modo si contengono i costi, (perché il porta a porta costa un sacco), e si offre ai cittadini un servizio migliore, perché non li si costringe a tenere rifiuti puzzolenti in casa per diversi giorni. Francamente a noi risulta incomprensibile il fatto che Aset non abbia ancora applicato anche a Fano una ricetta che ha funzionato bene a San Costanzo, ma anche in questo caso non siamo d’accordo con Benini: non crediamo che questa sia stata la scelta dell’Amministrazione Comunale, che ovviamente Benini in campagna elettorale deve attaccare, ma derivi dalle logiche e dalla prassi dei dirigenti di Aset, che non sempre si sono rivelate trasparenti, funzionali e tempestive, come abbiamo già avuto modo di sottolineare. Se una colpa può essere attribuita a questa Amministrazione è quella di non aver voluto o non essere riuscita a rivoluzionare una gestione, che probabilmente meritava di essere rivista in profondità.


da Federico Sorcinelli
segretario La Destra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2014 alle 10:35 sul giornale del 29 marzo 2014 - 538 letture

In questo articolo si parla di fano, raccolta differenziata, politica, la destra, Federico Sorcinelli, aset, La Destra Fano, raccolta porta a porta, aset fano, isole ecologiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1C1





logoEV
logoEV