x

'Earth Hour': anche il Comune di Fano aderisce all'iniziativa

3' di lettura Fano 28/03/2014 - È iniziato il conto alla rovescia per l’Ora della Terra del WWF, la più grande mobilitazione volontaria per la lotta al cambiamento climatico e per il futuro sostenibile, che domani 29 marzo darà vita a un emozionante giro del mondo a luci spente attraverso tutti i fusi orari, per coinvolgere persone, città, istituzioni e imprese nel cambiamento che potrà dare al mondo un futuro sostenibile, “ispirando” azioni concrete a tutti i livelli della società.

L'Assessore all'Ambiente Luca Serfilippi conferma l'adesione del Comune di Fano attraverso lo spegnimento delle luci in Piazza XX Settembre. “L'Amministrazione Comunale – afferma l'assessore - oltre alla redazione del PEAC (Piano Energetico Ambientale Comunale) di cui il nostro Comune è stato uno dei primi a dotarsi, ha costituito questa settimana il gruppo di lavoro interno che lavorerà per la redazione del PAES (Piano di Azioni Sostenibili) e insieme ad Aset ha avviato un piano triennale per cambiare tutte le lampade della Pubblica Illuminazione. Dopo aver investito sulla sicurezza e sul telecontrollo Aset dal gennaio 2013 ha dato avvio al progetto Downgrade di pubblica illuminazione per il risparmio energetico abbattendo i consumi di 350 Kw . Ben 350.000 Watt di consumo elettrico abbattuti in quattro mesi, per circa 60 tonnellate per mese di CO2 equivalente derivanti dal risparmio energetico.

Sono assai lusinghieri i risultati del progetto Downgrade avviato nell’agosto scorso dal settore pubblica illuminazione di Aset con il preciso obiettivo di mantenere alta l’efficienza di illuminazione (la riduzione sulla potenza di illuminazione è stata di oltre il 19%, ma è stata comunque mantenuta o migliorata la luminosità) e, contestualmente, ha permesso di risparmiare sul consumo di energia. Si è appena conclusa la seconda delle tre fasi in cui è articolato il progetto che, al termine dei due anni di sviluppo, prevede l’abbattimento di 500.000 Watt complessivi. I risultati scaturiti permettono di evitare gli sprechi di energia elettrica con ottimi risultati, visto che un investimento come quello sostenuto da Aset per questo progetto costa circa 10 volte meno rispetto a nuove tecnologie ancora costose e poco testate nel tempo. Un dato che deve far riflettere sull’appropriatezza degli investimenti pubblici.

In sostanza il cuore del progetto sta nella graduale sostituzione di tutte le lampade a vapori di mercurio (VM) con lampade più efficienti al sodio alta pressione (SAP) con un beneficio ambientale ed economico indiscutibile e che a quel punto aprirà la strada a nuove tecnologie di risparmio tipo il led che, magari con costi più abbordabili e tecnologie più garantite (non certo le cineserie che oggi vengono troppo spesso offerte), offriranno nuovi traguardi sul risparmio sulla pubblica illuminazione.

Dalle 20:30 di domani 29 marzo lo spegnimento significativo delle luci di un monumento simbolo della città si unirà alle iniziative sparse in giro per il mondo. A spegnere le luci saranno anche uffici, negozi, case private e sedi istituzionali, per portare l’attenzione dei fanesi su quanto il futuro sostenibile sia urgente e possibile.

Tutti gli appuntamenti, oltre a video, testimonial, iniziative, su www.wwf.it.


da Luca Serfilippi
Assessore all'Ambiente Comune di Fano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2014 alle 16:03 sul giornale del 29 marzo 2014 - 532 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, fano, wwf, Luca Serfilippi, earth hour, l'ora della terra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1Ej





logoEV
logoEV