x

Domenica 23 marzo assemblea pastorale diocesana

diocesi fano 2' di lettura Fano 21/03/2014 - Domenica 23 marzo, dalle ore 15.30 presso la Sala Riunioni del Centro Pastorale Diocesano, è in programma l’Assemblea Diocesana sul tema "Famiglia e comunità ecclesiale, i luoghi dove si diventa cristiani".

Ci aiuterà, nella riflessione, don Bernardino Giordano, docente di Morale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (TO), responsabile regionale della Pastorale della Famiglia del Piemonte, a servizio della Segreteria Generale della CEI.

“Dobbiamo tornare ad essere una Chiesa/Casa – sottolinea il Vicario per la Pastorale don Marco Presciutti - con le porte sempre aperte, immersa nella luce e nella trasparenza, che non nasconde perché sa di essere fatta da peccatori amati, perdonati. Una chiesa famiglia, fatta di famiglie, con lo stile della famiglia. Per questo vogliamo riflettere sulla famiglia cogliendola dentro la comunità ecclesiale. Ci proponiamo per l’anno a venire di ripensare il nostro modo di essere chiesa guardando e valorizzando le famiglie e di sostenere le famiglie in questo essenziale rapporto con la chiesa, posta da Gesù dentro il mondo, a servizio del regno. E’ chiaramente un tema centrale, strategico, perché non c’è realtà più globale della famiglia. Fa incontrare le generazioni, elabora come in un cantiere sempre aperto i valori della socialità e della relazione, dell’amore e della pace, cresce e funziona come cellula viva della società.

E’ una realtà così trasversale che rivela lo stato di salute della comunità civile e cristiana, mostrandosi come un’incredibile e insostituibile risorsa per il cambiamento della chiesa e del mondo. Bisogna partire dalla realtà e quindi senza pregiudizi e visioni ideologiche anche noi siamo convocati per ascoltare e accogliere le famiglie così come sono, tutte le famiglie, nella complessità delle loro situazioni. Risvegliamo tutte le energie – ha proseguito don Marco - per sostenere, ascoltare, evangelizzare e lasciarci evangelizzare dalla famiglia cristiana perché in simbiosi con la comunità, in uno scambio autentico e feriale, possa davvero offrire il proprio imprescindibile contributo per l’educazione alla fede, per l’edificazione della Chiesa come comunione aperta e accogliente, famiglia di famiglie insomma, presenza missionaria nelle più diverse situazioni di vita.

Se la Chiesa – ha concluso don Marco - non riplasma il suo volto, se la parrocchia non si rivede è difficile riproporre la fede. E’ vero che l’imprinting primo lo riceviamo dentro la famiglia, dobbiamo tuttavia ricordare che propriamente parlando si diventa cristiani nella comunità. Non c’è famiglia cristiana senza comunità, perché è l’immersione nella comunità che plasma l’identità cristiana. La comunità è grembo fecondo, è la chiesa madre, interamente materna”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2014 alle 12:29 sul giornale del 22 marzo 2014 - 398 letture

In questo articolo si parla di chiesa, religione, attualità, fano, diocesi, Diocesi di Fano, assemblea pastorale diocesana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1f2





logoEV
logoEV
logoEV