x

Dieta e salute: primavera alle porte, tutti i benefici della melagrana

Francesco Lampugnani 5' di lettura Fano 13/03/2014 - Cambio di stagione alle porte. Nell’aria già si inizia a respirare quel “frizzante” stimolante ed inebriante, tipico della primavera. Ma in molti casi, questi cambiamenti di pressione, di clima, di temperatura ai quali il nostro organismo con dei “sensori” molto sofisticati e sensibili, deve adattarsi, si portano dietro tutta una serie di piccole sofferenze che condizionano il nostro vivere quotidiano.

Niente di “grave” è il fisiologico adattamento che il nostro organismo mette in atto, per affrontare da una parte le nuove condizioni climatiche, che tengono conto anche delle diverse ore di “luce” rispetto alle buie giornate invernali, coinvolgendo tutta una serie di ormoni e neurotrasmettitori, come la Melatonina ed il Cortisolo (l’ormone dello stress) e dall’altra tutta una serie di accorgimenti depurativi, attraverso i quali i nostri organi deputati a ciò, mettono in atto per liberarsi di tossine e radicali liberi, accumulati durante una stagione, in cui tutta una serie di abitudini legate al periodo, compresa un’alimentazione più ricca di dolci e grassi, per contrastare le nostre piccole “depressioni” invernali o per contrastare giornate più fredde, hanno prodotto.

A tal proposito, mi piace affrontare l’argomento, a parte la breve e doverosa presentazione, parlando di uno dei prodotti naturali forse più importanti e validi da un punto di vista di attività antiossidante, antiradicalica e depurativa e di cui sono particolarmente estimatore. Sto parlando della “Melagrana”. Andiamo a conoscerla meglio.

Fin dall’antichità il frutto del melograno è simbolo di fertilità, longevità ed abbondanza. I suoi effetti benefici sulla salute, attribuiti dalla tradizione popolare, sono oggi confermati dalla medicina ufficiale che ne evidenzia le potenzialità terapeutiche. Il nome scientifico è “Punica Granatum”. E’ una pianta ad arbusto spinoso, della famiglia delle punicacee (dal latino punicum che significa cartaginese) ed ha origini in Asia Occidentale. Il nome è composto da malum (mela) e granum (grano). Le melegrane, vengono anche chiamate “balauste”.

La scienza ha dedicato molte risorse allo studio delle “proprietà Anticancerogene” della melagrana, caratterizzata da un elevato contenuto di Flavonoidi, che sono degli Antiossidanti piuttosto potenti, nel combattere l’azione nociva dei Radicali Liberi, alla base dell’insorgenza di numerosissime malattie, comprese i tumori. L’Acido Ellagico, sostanza principale presente nel frutto, è una sostanza di natura Fenolica, contenuto in prevalenza nel “succo” con importanti caratteristiche inibitorie, verso la crescita di cellule maligne, evitando la temuta sostituzione a cellule sane.

Importanti le recenti affermazioni, che confermano che il succo di melagrana, contrasta lo sviluppo del cancro al seno, ai polmoni ed alla prostata. A questo va aggiunta l’importante azione dei Polifenoli e delle Antocianine presenti nel succo di melagrana, nell’andare a contrastare i danni provocati dai raggi ultravioletti, in modo da prevenire la comparsa di “Melanomi” ed altri tumori della pelle.
Molto importanti si rivelano anche le potenti azioni possedute dalla melagrana, nell’andare a sostenere la salute del nostro apparato Cardiovascolare. Infatti sono state confermate in diverse università, le capacità possedute dal frutto nell’andare a ridurre il rischio di arteriosclerosi, ad abbassare la pressione sanguigna sistolica (la massima), ed inoltre di riuscire a diminuire i valori di colesterolo LDL (il cattivo) nel sangue.

Molto utili gli effetti sul Sistema Nervoso, grazie alla presenza di Vitamine del gruppo B. Interessante uno studio clinico condotto in Israele, ha dimostrato che bevendo un bicchiere di succo concentrato di melagrana al giorno e per un anno, si è ridotta la pressione sanguigna, il colesterolo LDL ed aumenta quello HDL (quello buono).

Ormai il succo di melagrana, è sulla bocca di tutti... Per i tanti benefici che come abbiamo visto, apporta. Quello che connota meglio il succo di questo meraviglioso frutto, sono i potenti Antiossidanti presenti. Sappiamo ad esempio, che il Vino rosso ed il Tè Verde, sono caratterizzati da potenti azioni antiossidanti. Ebbene, è stato dimostrato che il succo di melagrana, possiede antiossidanti in misura almeno tre volte superiori a quelli presenti nel vino rosso e nel tè verde. Ricordo che gli Antiossidanti, sono noti per combattere i Radicali Liberi, sostanze che oltre certi livelli, apportano danni importanti alle nostre cellule e sono causa anche di tumori.

Se a tutte queste meravigliose caratteristiche , aggiungiamo anche che il succo di melagrana è anche buonissimo, ecco che abbiamo trovato la bevanda della Primavera/Estate per eccellenza. Bisogna sempre utilizzare frutti giustamente maturi e non acerbi.

A questo punto, a chi mi ha seguito in questa disquisizione, sarà sorta spontanea una domanda. Ma dove lo trovo in questo periodo il succo di melagrana, visto che siamo fuori stagione? Domanda lecita... Ebbene, di questi periodi, a parte i succhi imbottigliati e che si trovano in negozi specializzati, si iniziano a trovare melegrane belle e succose, appena più scure come scorza, ma molto succose e dolcissime, di provenienza Israeliana e soprattutto da alcune nuove produzioni impiantate nella provincia di Siracusa.

Entriamo nell’ottica di berne un bicchiere al giorno, senza zuccherarle (se usiamo quelle fresche) ed avremo fatto un’ottima azione preventiva verso tutta una serie di patologie legate ai radicali liberi (inquinamento, alimentazione sbagliata e ricca di grassi, dolci, carni, ecc).

Noto con gran piacere (ho dato anche personalmente consigli in merito), che molti gestori di Bar, si sono attrezzati con nuove apparecchiature adatte a spremere le melegrane; usiamo tali esercizi come riferimenti giornalieri per fare il nostro “carico” di benessere quotidiano. Se a questo aggiungiamo una giusta alimentazione, una buona attività fisica, avremo dato un grosso contributo al mantenimento della nostra salute.






Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2014 alle 02:02 sul giornale del 14 marzo 2014 - 2257 letture

In questo articolo si parla di attualità, alimentazione, salute, dieta, francesco lampugnani, dieta e non solo, biologo, nutrizionista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ZPC

Leggi gli altri articoli della rubrica Dieta e salute





logoEV
logoEV