x

Candidatura Carloni: parla la Vice Capogruppo di Forza Italia Falcioni

Bandiera Forza Italia 2' di lettura Fano 11/03/2014 - Non avrei voluto intervenire ma tutta la questione è veramente troppo confusa. Vorrei partire dal novembre del 2013 e cioè quando c’è stata la scissione tra Forza Italia e NCD.

Alcuni esponenti politici locali tra cui il senatore Ceroni, il segretario provinciale Bettini, la consigliera regionale Foschi e la sottoscritta, vice Capogruppo in consiglio Provinciale, hanno scelto con entusiasmo e lealtà di restare con il presidente Berlusconi. Altri invece hanno seguito Alfano oltretutto strombazzandolo sui media in modo molto appariscente con tanto di sede, di organizzazione di convegni, ecc. Altri ancora forse avrebbero voluto fare la stessa cosa ma sono restati in Forza Italia senza molta convinzione ma semplicemente per non perdere ruoli strategici.

Da quella data in poi comunque tutte le cariche del partito Forza Italia sono state azzerate. L’unica persona con diritto di esprimersi a nome del partito è tuttora il senatore Ceroni. Ragion per cui, leggendo il suo articolo della scorsa settimana in cui si diceva chiaramente che la candidatura di Mirco Carloni non poteva essere accettata dal nostro partito, avrei auspicato una maggiore prudenza da parte degli esponenti di Forza Italia di Fano. Invece cosa è successo? E’ stata ignorata la comunicazione di Ceroni e ci si è buttati a pesce tra le braccia di Carloni. Solo che Forza Italia non è composta solo dai giovani di Carloni. Esistono anche altri giovani, esistono anche altre donne, esistono tante altre persone che non possono condividere questo modo di fare a dir poco approssimativo e superficiale.

Io penso che un partito sia e debba essere una cosa seria. Soprattutto il nostro partito. Le elezioni amministrative sono una cosa seria. La scelta delle persone è una cosa seria e le persone vanno trattate con serietà (vedi Sanchioni). Non si risolvono tutti i problemi con l’inserimento in lista di qualcuno o con l’esclusione dalla lista di qualcun altro. La libertà di cambiare idea è sacrosanta ma come eletta sul territorio non posso accettare il modo in cui Forza Italia di Fano si è prestata a essere oggetto di critica a causa di scelte affrettate e soprattutto non adeguatamente concertate. Ecco perché ho voluto esprimere il mio pensiero, certa che molti altri la pensano allo stesso modo. All’interno del nostro partito abbiamo tutte le risorse necessarie per rimettere in moto un meccanismo di fiducia che riconquisti il nostro elettorato in questo momento un po’confuso da indicazioni a volte contrastanti. Troviamole insieme.


da Francesca Falcioni
Vice Capogruppo Forza Italia Provincia di Pesaro e Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2014 alle 09:17 sul giornale del 12 marzo 2014 - 1151 letture

In questo articolo si parla di fano, forza italia, politica, elezioni comunali, pesaro e urbino, nuovo centrodestra, candidatura mirco carloni, Francesca Falcioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ZIO





logoEV
logoEV