x

Incassi e tributi: Sorcinelli (La Destra) interviene su Aset

federico sorcinelli 3' di lettura Fano 01/03/2014 - Circa 5 anni fa, in chiusura della precedente legislatura del Consiglio Comunale la maggioranza di centrodestra fece una mozione, di cui io ero il primo firmatario, per chiedere che l’incasso dei tributi, fino a quel momento gestito da una società privata, passasse ad una società controllata dal Comune.

Questo per risparmiare l’aggio pagato alla società privata e utilizzarlo per nuovi investimenti nelle pubbliche infrastrutture.

La mozione per tre volte venne messa all’ordine del giorno del Consiglio Comunale e per tre volte ne venne rimandata la discussione per l’assenza dell’Assessore competente, finchè, la terza volta, non facemmo mancare il numero legale, al momento di votare le delibere del medesimo Assessore….. Ne venne fuori un caso politico, una riunione burrascosa di maggioranza, ma alla fine la mozione venne discussa nel Consiglio successivo, (uno degli ultimi prima dello scioglimento) e approvata praticamente all’unanimità.

I tempi della macchina comunale purtroppo non sono particolarmente celeri (per usare un eufemismo)e così c’è stata una delibera del Consiglio Comunale, la 364 del 2011, la stipula di un contratto nel 2012, una successiva delibera del Consiglio Comunale a Novembre 2012 e la sottoscrizione dei disciplinari tecnici, arrivando all’affidamento del servizio riscossioni ad Aset Holding soltanto a partire dal primo gennaio 2014. Questo almeno in teoria, perché nel frattempo, vista l’evoluzione della normativa nazionale al riguardo, si è dovuto fare marcia indietro, con la delibera consiliare 155 del 29/7/2013, perché diventava praticamente impossibile per Aset Holding fare le assunzioni di personale necessarie per la gestione del servizio di riscossione tributi. Nasceva così, con la delibera appena citata, l’idea di creare Aset Entrate Srl con partecipazione al 40% di una società privata. E va detto che con il quadro normativo nazionale vigente in quel momento, oggettivamente quella era una scelta praticamente obbligata. Solo che oggi c’è una novità: la Legge di Stabilità per il 2014, (L.147/2013), all’art.1 ha nuovamente modificato tutto e oggi le società controllate dal Comune potrebbero assumere il personale necessario per la riscossione dei tributi.

E allora forse una piccola pausa di riflessione per valutare se effettivamente la scelta più conveniente dal punto di vista dell’interesse pubblico sia la nuova società mista tra pubblico e privato o una gestione interamente pubblica non sarebbe fuori luogo. Io condivido pienamente le analisi fatte dalla maggioranza che prevedono in caso di vincita della sinistra che Aset venga ceduta alla Multi Servizi pesarese e penso che questa sarebbe una iattura per la nostra città. Ma proprio per questo, perché decidere in fretta e furia di creare la società mista tra pubblico e privato, lasciando alla sinistra la possibilità di ergersi a paladina degli interessi pubblici, proprio sotto elezioni?

Spesso la fretta non è una buona consigliera…..


da Federico Sorcinelli
segretario La Destra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2014 alle 11:34 sul giornale del 03 marzo 2014 - 471 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, la destra, Federico Sorcinelli, aset, La Destra Fano, tributi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Zg2





logoEV
logoEV