Marche Nord-Ospedale Unico, D'Anna: 'I topi abbandonano la nave'

Giancarlo D'Anna 2' di lettura Fano 27/02/2014 - Ultimo in ordine di tempo a “pentirsi” o a far finta di “pentirsi” di aver sostenuto, avallato, condiviso e sponsorizzato la creazione dell'Azienda Marche Nord prima e l'Ospedale Unico poi è Matteo Ricci presidente di quella che doveva essere una “provincia felice del sole e del vento” e delle eccellenze in Sanità.

Troppo facile dire che mai slogan fosse meno “felice”. Lasciando perdere per un attimo le “infelici“ scelte che hanno deturpato i paesaggi col fotovoltaico e reso ricchi pochi a discapito di un patrimonio di tutti, è il caso di focalizzare l'attenzione sul “vento”. Il vento che porta Matteo Ricci, e insieme a lui molti altri a Pesaro come a Fano, a prendere le distanza, o a far finta di prenderle, dalle scelte della Regione Marche in Sanità.

Per farla breve, Ricci, Ceriscioli, Aguzzi, il PD, il PDL hanno sempre sostenuto o avallato la creazione dell'Azienda Ospedali Riuniti-Ospedale Unico. Sostenendo che quello era il futuro della Sanità della nostra provincia. Noi che abbiamo, documenti alla mano, dimostrato che il Piano Socio Sanitario nella pratica invece avrebbe demolito l'esistente senza modificare in senso positivo e migliorativo l'offerta, siamo stati sempre accusati di campanilismo e conservatorismo.

Se il tempo è galantuomo quel tempo è arrivato. Questi personaggi, complici le imminenti elezioni fanno finta di scoprire che le cose non funzionano in Sanità che i soldi per il nuovo ospedale non ci sono. Ma i soldi ,signori, non ci sono mai stati e nonostante la mancanza di certezza di un finanziamento statale avete condiviso, avvallato e spinto verso l'Azienda-Ospedale unico fino al punto di individuare il sito. Oggi chiedete, dopo aver contribuito allo svilimento di reparti e servizi lungo la costa specie a Fano, dopo aver smantellato gli ospedali dell'entroterra, oggi chiedete di rafforzare l'esistente in piena sintonia con il “pentitismo” dilagante. L'inganno è smascherato, i colpevoli fanno finta di pentirsi, i cittadini si sono svegliati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2014 alle 12:05 sul giornale del 28 febbraio 2014 - 1091 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, pesaro, Giancarlo d'anna, ospedale unico, marche nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Y05


E anche il povero satiro del villaggio aveva fin da principio medagliato il suo "NO ALL'OSPEDALE UNICO... specialmente a Fosso Sejore!".
Ah, la satira!




logoEV