Gestione tributi: Fare Città chiede uno stop alla creazione di una nuova azienda

1' di lettura Fano 25/02/2014 - E' una richiesta esplicita quella fatta dalla coalizione Fare Città: fermare temporaneamente, almeno fino all'elezione del nuovo Sindaco, l'iter che porterebbe alla creazione di Aset tributi, una nuova società atta alla riscossione degli stessi a Fano.

"Non capiamo il perchè di tutta questa fretta dell'Amministrazione -affermano all'unisono il candidato sindaco Massimo Seri, Samuele Mascarin e Stefano Marchegiani-, cosa che non l'ha contraddistinta né per la questione cimiteri né per la fusione Aset Spa-Aset Holding: la nuova società, che per il 40% andrebbe a privati, porterebbe degli enormi sgravi economici ai cittadini. Se con la fusione delle due Aset si pensava ad una tattica di spending review, qui si fa tutto l'opposto."

A preoccupare la coalizione sarebbe anche l'eventualità che, dopo due anni dalla creazione della nuova azienda, il privato in possesso potrebbe passare le sue quote ad un soggetto esterno: "Vorrebbe dire affidare informazioni private dei fanesi a qualcuno di sconosciuto! Chiediamo quindi all'amministrazione di ragionare attentamente su quello che intende fare: la sua decisione avrà ripercussioni ventennali, e a rimetterci saranno solo i cittadini."








Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2014 alle 14:34 sul giornale del 26 febbraio 2014 - 729 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, news, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora, fare città, gestione tributi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Y4a


Luciano Benini

26 febbraio, 12:08
Siamo contenti che dopo 5 Stelle e Bene Comune anche il Centro sinistra si opponga al regalo della giunta Aguzzi ai privati di milioni di Euro dei cittadini fanesi.

anna gasperini

26 febbraio, 14:30

Off-topic

come si fa a votare per Massimo Seri che ha appena privato la regione marche di 800 posti di lavoro boccianto l'apertura dell'outlet a Mondolfo, alla faccia del Pd che tutela i giovani disoccupati,Lui e Matteo Ricci sono la nostra rovina hanno tolto la speranza di lavorare a 800 giovani . Loro passano da provincia al comune senza ritegno mentre i cittadini senza lavoro muoiono di fame, mandateli a casa a lavorare!!!!




logoEV