Dismissione ferrovia Fano-Urbino, Serfilippi: 'Grave errore'

Luca Serfilippi 1' di lettura Fano 06/02/2014 - Ritiene quello della dismissione della Ferrovia Fano - Urbino come un errore gravissimo, che oggi viene pagato con la vendita della tratta da parte di RFI. Così oggi l'assessore all'ambiente Luca Serfilippi che prende le distanze dalle posizioni di Comune e Provincia.

"A differenza di quanto espresso dal Comune di Fano - afferma l'assessore - credo che la Provincia quando chiese alla Regione e al Ministero di dismettere quella linea ferroviaria, fece un errore gravissimo, che oggi paghiamo con la vendita della tratta da parte di RFI; sarebbe inoltre curioso sapere quali siano le sentenze di Tar e Consiglio di Stato che bocciano il ricorso presentato dalle Associazioni". Da parte di Serfilippi non solo critiche ma anche proposte: "La Provincia, a mio avviso, dovrebbe chiedere il comodato d'uso gratuito della tratta e non prendersi in carico manutenzione ordinaria e straordinaria, che poi passerebbero inevitabilmente ai vari Comuni".

L'assessore, che da sempre si è detto favorevole al ripristino della Ferrovia Fano-Urbino, ricorda anche il suo pensiero sulla ciclabile, che si auspica di vedere realizzata - con fondi e progetti concreti - ma a fianco del Fiume Metauro. Strategica ed interessante, infine, secondo Serfilippi, l'idea progettuale avanzata dalla Provincia, che individua il corridoio della Fano-Urbino come percorso tecnologico per portarci i sotto-servizi quali acqua, gas e fibra ottica, innovazione che potrebbe rientrare perfettamente nel progetto Fano Smart City.


da Luca Serfilippi
Assessore all'Ambiente Comune di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2014 alle 10:26 sul giornale del 07 febbraio 2014 - 1114 letture

In questo articolo si parla di ambiente, fano, politica, pista ciclabile, Luca Serfilippi, ferrovia fano-urbino, fano-urbino, ferrovia - pista ciclabile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/X5v





logoEV