'L’altra metà del teatro': stage del Laboratorio Linguaggi

Roberta Biagiarelli e Urana Marchesini 3' di lettura Fano 01/02/2014 - La scuola di teatro di Fano del Laboratorio Linguaggi accanto ai corsi canonici di propedeutica e avviamento all’espressione teatrale, da anni nella sezione denominata ‘Officina teatro’ ospita corsi e stage intensivi d’approfondimento con artisti e pratiche singolari della scena teatrale.

Giunto alla sua 28’ esima edizione il Laboratorio attraverso queste iniziative ha negli anni offerto, a tutti coloro che sono interessati a conoscere e sperimentare le diverse pratiche della scena contemporanea, vere occasioni di incontro con esperienze teatrali interessanti. Dal Teatro dell’Opera di Pechino, al Living Theatre, da Paolo Rossi a Moni Ovadia al teatro danza, passando tra gli altri per Leo de Berardinis, Cesar Brie, Sandro Lombardi, Marisa Fabbri e Ferruccio Soleri. Come già annunciato nel programma generale, anche quest’anno gli stage presentano due appuntamenti di rilievo che hanno per protagoniste due attrici, due particolari ed energiche presenze femminili per intraprendere “Un viaggio nell’altra metà del teatro, attraverso due modi originali di coniugare la scena e l’arte dell’attore” dice Fabrizio Bartolucci, direttore artistico della scuola.

La prima artista in programma è una protagonista del nostro territorio, la nota attrice/autrice, documentarista e progettista teatrale, Roberta Biagiarelli. E’ una delle figure di rilievo della scena italiana del teatro di narrazione/teatro civile. Da anni approfondisce la tecnica del racconto legato a vicende sociali ed umane del nostro tempo. Da questa tensione ed impegno, nascono spettacoli dedicati a grandi tragedie contemporanee come Reportage Chernobyl o A come Srebrenica, ma anche spettacoli più lievi come Incantadora o Il poema del monti naviganti, tratto dai racconti di Paolo Rumiz. Roberta per il Laboratorio dirigerà uno stage intensivo dedicato alla narrazione e al teatro al femminile. Il corso è chiaramente aperto sia ad attrici che ad attori.

Il secondo appuntamento sarà con Urana Marchesini, un’attrice/clown/acrobata dal curriculum internazionale che spazia dall’opera lirica al teatro di strada, che ha lavorato ad altissimo livello in tutta Europa ed ha fatto parte del Cirque du Soleil. L’Artista bolognese presenterà a Fano uno stage dedicato alla ‘acrobatica teatrale’. Un corso aperto a tutti, divertente e stimolante teso a scoprire piccole magie e liberare l’espressione creativa.

Gli stage avranno una articolazione intensiva di tre giornate, in due weekend di febbraio e marzo. Questo per permettere la partecipazione anche a coloro che non risiedono a Fano“ continua Bartolucci ”poiché Linguaggi, oltre ad essere un’iniziativa ben radicata nella città, ha sempre avuto un respiro provinciale e regionale coinvolgendo giovani e attori provenienti da diversi centri marchigiani e non solo”. “Quest’ anno ad esempio" aggiunge la coordinatrice Marina Bragadin “ho avuto il piacere di ricevere una telefonata anche da Alessandro Haber, che in tournee nelle Marche, informato dei corsi, mi ha chiesto di iscrivere una sua giovane amica".

Conclude il programma ‘Officina’ il tradizionale corso d’approfondimento a numero chiuso, diretto da Fabrizio Bartolucci attore/regista e coordinatore artistico del Laboratorio Linguaggi. Il progetto è realizzato con un selezionato gruppo di attori. Un lavoro dedicato all’interpretazione che ha come obbiettivo la costruzione di uno spettacolo studio. Le iscrizioni sono aperte dal mese gennaio. Gli interessati potranno ricevere info dettagliate telefonando al 333.9690533 (orario ufficio).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2014 alle 11:29 sul giornale del 03 febbraio 2014 - 986 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, roberta biagiarelli, associazione teatrolinguaggi, l'altra metà del teatro, officina teatro, urana marchesini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XRW