Dini - Salvalai, Massimo Seri: 'Un pasticcio che pagano i cittadini'

piscina 1' di lettura Fano 20/01/2014 - "Le ultime vicende che hanno riguardato la gestione della piscina Dini-Salvalai, un rincorrersi di ricorsi e controricorsi, stanno creando profondo disagio tra i frequentatori" denuncia Massimo Seri della lista civica "Noi Città".

Non solo l'amministrazione non è stata capace di portare a compimento il progetto di una nuova piscina già pronta dagli anni ma è riuscita a creare il più grande disguido per l'unico servizio ora esistente. Bandi pubblici contraddittori che hanno gettato discredito su Fano e confusione tra gli utenti, in questo modo si penalizza uno sport che era un fiore all'occhiello per Fano e uno spazio di cui i cittadini hanno reale bisogno. Nel progetto della lista c'è quello di mettere ordine nella vicenda, con l'obiettivo ripensare ad un nuovo percorso per riportare questo importante impianto a servizio della città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2014 alle 11:46 sul giornale del 21 gennaio 2014 - 824 letture

In questo articolo si parla di politica, piscina, massimo seri, piscina dini salvalai, Noi città

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XiF





logoEV