Serfilippi propone una soluzione per la nuova piscina

Luca Serfilippi Fano 11/01/2014 - Dopo la risoluzione del contratto di Project Financing riguardante la piscina alla Trave da parte del Comune di Fano e dell'azienda Polo Costruzioni, interviene l'Assessore alle Politiche Giovanili Luca Serfilippi, con un'idea innovativa per la realizzazione di una nuova piscina.

Inutile negare che tutti i fanesi, compreso il sottoscritto, si aspettavano in questi 10 anni la realizzazione di una nuova piscina. In questi anni ho sempre seguito l'arcana vicenda che ruotava dietro alla realizzazione di quest'importante opera, ma a causa dei problemi finanziari dell'azienda abbiamo visto tramutare la possibilità di realizzazione. Ora si aprono nuovi scenari, e purtroppo noto un certo silenzio da parte di tutti i partiti per trovare un'alternativa.

Visto che la Fondazione Carifano (che si era tempo fa dimostrata disponibile) non ha avanzato proposte, mi sento di avanzarne una io. Mettere in vendita subito il terreno comunale adiacente all'ex-zuccherificio in Viale Piceno (che vale diversi milioni di euro) e far realizzare al privato che la comprerà (al posto del pagamento in contanti) la piscina nell'area di Chiaruccia (che prevede urbanisticamente questa struttura) realizzando concretamente la famosa "Cittadella dello Sport" fatta da alcuni miei colleghi e votata all’unanimità dal consiglio comunale.

Una proposta che faccio solo ora, visto che fino a un mese fa era ancora in piedi il progetto di Project Financing, che spero la giunta faccia sua, dando una risposta concreta e importante, che i fanesi aspettano da troppo tempo.


da Luca Serfilippi
assessore alle politiche giovanili







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2014 alle 16:01 sul giornale del 13 gennaio 2014 - 1738 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Luca Serfilippi, piscina comunale, piscina di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WXC


La proposta dell'Assessore Serfilippi non tiene conto, fra l'altro, delle indicazioni "tecniche" dell'architetto Massimo La Perna, riferite soprattutto alla localizzazione e ALl'opportunità di orientarsi verso siti vicini al mare, dove almeno la materia prima si potrebbe avere "a gratis"...
Alla questione "location" si era dedicata anche una medaglia, che ora rimando alla redazione per l'eventuale pubblicazione in calce all'articolo dell'Assessore (le ragazze della Redazione, quando vogliono, fanno miracoli).
Saluti.
(Giorgio)

massimo ceresani

13 gennaio, 15:07
1) Una certa giunta in 10 anni ha speso solo vuote parole
2) un impianto richiesto da sempre, come la piscina, va concepito
come servizio sociale e va progettato e costruito con fondi pubblici;
speriamo che una prossima giunta faccia suoi concetto e opera
3) a suo tempo feci una proposta: abbattimento della palestra
"Trave" (per vetustà, dispersione termica e inefficienza acustica) e
costruzione sostitutiva di un fabbricato che potesse accorpare nuova
piscina (seminterrata), spazio polivalente (palestra con tribunetta,
trasformabile in sala convegni, di cui Fano manca) e bar con saletta
lettura
4) l'acqua gratuita per la piscina e servizi potrebbe essere captata in
loco con pozzo, data la falda acquifera (Arzilla) a profondità di 16
metri
5) in adiacenza (retro) ci sarebbe tutta una zona utile per unire un
nuovo parcheggio a quello esistente del circolo Tennis.




logoEV