'Scatta in Negozio': alla Memo la mostra fotografica promossa da Confesercenti

Scatta in Negozio 3' di lettura Fano 28/11/2013 - Inaugurata giovedì mattina alla Mediateca Montanari di Fano la mostra fotografica itinerante "Scatta in Negozio", promossa da Confesercenti di Pesaro e Urbino nell’ambito dell’iniziativa di promozione e valorizzazione dei negozi di vicinato "Benvenduto".

I piccoli negozi della Provincia raccontati per immagini dagli studenti di Fano, Pesaro e Urbino, dei Licei Artistici Apolloni e Mengaroni e della Scuola del Libro. Dopo Pesaro e Urbino, quella di Fano è l'ultima tappa della mostra fotografica itinerante "Scatta in Negozio". Opere fotografiche che hanno saputo ritrarre, con occhio sensibile e creativo, l'umanità dei negozi di vicinato, il loro ruolo sociale ed economico.

A fare i complimenti ai ragazzi per la sensibilità dimostrata nei confronti dei negozi della città, in un epoca dominata dalla globalizzazione e dal proliferare dei centri commerciali, l'Assessore alle Attività Economiche e al Commercio del Comune di Fano, Alberto Santorelli, il direttore Confesercenti di Pesaro Urbino, Roberto Borgiani, ed Ilva Sartini, direttore Confesercenti Marche. "I volti, le storie e i mestieri ritratti in queste foto spiegano meglio di tante parole il valore aggiunto dei piccoli negozi". La bottega del barbiere, il bar, la macelleria, sono questi alcuni dei protagonisti delle opere in mostra alla Memo fino al 15 dicembre. Una mostra, promossa da Confesercenti e sponsorizzata dalla Camera di Commercio di Pesaro-Urbino, che vuole rappresentare con un occhio diverso e attento il tema del commercio, attraverso particolari che i ragazzi sono riusciti ad immortalare durante semplici momenti del quotidiano.

A testimoniare la spontaneità di ogni fotografia, le parole di Rebecca Bacciaglia dell'Apolloni di Fano, vincitrice del premio assoluto con la foto "Fidarsi è meglio". "Sono entrata da un barbiere e mi ha colpito il gioco di specchi che c'era". Secondi invece, a pari merito, Vanessa Forte del Liceo Artistico Mengaroni di Pesaro con "Curiosità", Maria Chiara Montesi dell'Apolloni con "Il corniciaio" e Alberto Antoniucci della Scuola del Libro di Urbino. Dietro ogni foto storie di generazioni e di famiglie. "Vedere queste foto è stato un vero e proprio tuffo nel passato - spiega Pier Stefano Fiorelli, presidente Confesercenti Fano - è fondamentale conoscere la storia della città ed i suoi personaggi per guardare al futuro". Ragazzi e nuove generazioni che entrano in contatto con la storia dei luoghi non solo del passato ma anche del futuro. "Dopo la mostra di Guido Scarabottolo, abbiamo il piacere di ospitare nelle nostre sale le fotografie realizzate dai ragazzi fanesi, tanti dei quali frequentano la Mediateca quotidianamente per i loro studi" commenta il direttore della Memo, Danilo Carbonari. L'importanza dei luoghi e delle relazioni al centro di ogni fotografia, immagini e piccoli gesti che mostrano l'umanità di cui sono ricchi i negozi e le attività commerciali di vicinato.

La Mostra si potrà visitare alla Memo fino al 15 dicembre, durante gli orari di apertura della biblioteca. Esposte una selezione delle opere realizzate dai ragazzi del Liceo Artistico "Apolloni" di Fano.








Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2013 alle 18:19 sul giornale del 29 novembre 2013 - 1009 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, news, Mediateca Montanari, confesercenti Pesaro-Urbino, notizie fano, ultim'ora, Sabrina Giovanelli, benvenduto, scatta in negozio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/VdH





logoEV
logoEV