Comitato per la salute pubblica: 'La medicina complementare integrata nella Casa della Salute di Mondolfo'

comitato per la salute pubblica 3' di lettura Fano 25/11/2013 - Giovedì 21 novembre la delegazione del Comitato per la salute pubblica, composta da Rosanna Montanari, Giuseppe Bernacchia e Daniele Ceccarelli, guidata dal presidente Mirella Caronti, è stata ricevuta in Ancona dalla V° Commissione consiliare permanente, con competenze relative all’assistenza sociale, servizi sociali ed assistenza sanitaria ed ospedaliera.

Ci ha accolti, per primo, il consigliere regionale dell’IDV, Paolo Eusebi, che ci ha salutati apostrofandoci: “Ecco gli ultimi eroi che hanno ancora voglia di lottare..”. L’audizione è iniziata come previsto ed il presidente della commissione, Francesco Comi del PD, ci ha invitati ad esporre le nostre ragioni. A nome del Comitato ha preso la parola Daniele Ceccarelli il quale ha illustrato sinteticamente la seguente proposta: “Già dal giugno 2010 l’allora direttore della Zona Territoriale 3, Aldo Ricci, con la propria determina n. 745 aveva riconosciuto la Casa della Salute di Mondolfo, prevedendo un’area della degenza extraospedaliera per 16 posti letto, con un iniziale stanziamento di circa 500.000 euro per la sistemazione dei locali adibiti a distretto sanitario e poliambulatorio. Successivamente, la Regione Marche chiese al Governo centrale ulteriori finanziamenti per la messa in sicurezza dell’intero stabile dell’ex-ospedale “Bartolini”.

Finanziamenti che sono arrivati ed integrati con altri stanziamenti regionali e comunali per 1.550.000 euro. I lavori principali sono terminati, il reparto è nuovo di zecca ma vuoto. Alla luce della recentissima legge approvata dall’Assemblea regionale che regola l’esercizio delle medicine non convenzionali quali l’agopuntura, la fitoterapia, l’omeopatia, l’antroposofia e l’omotossicologia, a tutela della professionalità degli operatori e la sicurezza dei pazienti, si chiede che la struttura sanitaria mondolfese possa servire come punto qualificato per sperimentare e costruire l’integrazione tra la medicina convenzionale e quella complementare. E’ vero che la vita media si è allungata in modo esponenziale ma la durata della qualità della vita in salute sembra statica. Questa integrazione, come già successo in Toscana, potrebbe incrementare l’offerta all’educazione sanitaria, ridurre il consumo dei farmaci costosi ed il ricorso agli esami diagnostici facendo risparmiare il sistema sanitario marchigiano. Chiediamo ancora che una parte dei fondi destinati alla produttività degli operatori sanitari marchigiani venga destinata a progetti specifici relativi all’integrazione delle medicine tutelate dalla legge o, addirittura, in base alle leggi vigenti per l’assunzione di operatori, specialmente infermieri, da impegnare in questa integrazione”.

La proposta è stata accolta con vivo interesse e con le dovute puntualizzazioni relative ai fondi della produttività. Il vice-presidente Giancarlo D’Anna ha aggiunto che sarebbe ora che l’assessore Mezzolani risponda alle interrogazioni consiliari presentate sulla destinazione della struttura mondolfese. Il consigliere Valeriano Camela dell’UDC ci ha fornito il testo di un suo emendamento che va nel senso da noi proposto per l’integrazione delle medicine convenzionali e complementari. Il presidente, Francesco Comi, ci ha promesso di richiedere all’esecutivo regionale l’inserimento della Casa della Salute di Mondolfo in questo percorso. Ringraziamo il Presidente della V° commissione Francesco Comi, il Vice-Presidente Giancarlo D’Anna, il consigliere Eusebi e tutti gli altri componenti della Commissione per il paziente interesse mostratoci. Ringraziamo inoltre l’ex-sindaco del Comune di Mondolfo, Italia Carnaroli, per la preziosa assistenza che ci ha fornito. Se son rose fioriranno! Noi comunque non molliamo!


da Comitato a Difesa dei Diritti
Coordinamento la Salute ci Riguarda





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2013 alle 14:26 sul giornale del 26 novembre 2013 - 821 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, salute, audizione pubblica, comitato per la salute pubblica, casa della salute

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/U1N





logoEV
logoEV