Degrado in stazione: le foto di un nostro lettore

1' di lettura Fano 19/11/2013 - Proust scrive: "Le stazioni sono quei luoghi speciali che, sebbene in pratica non facciano corpo con la città, contengono l’essenza della sua personalità così come ne portano il nome su un cartello segnaletico".

La stazione ferroviaria non costituisce sicuramente un buon biglietto da visita soprattutto per chi approda per la prima volta a Fano e un nostro lettore ci ha inviato a tal proposito delle foto che illustrano lo stato di degrado e le condizioni di abbandono in cui versa "Fano Stazione Balneare", porta della nostra città.

Non è sicuramente il primo fanese che commenta criticamente la situazione in cui versa ormai da mesi la stazione ferroviaria, luogo di spaccio e di vagabondaggio, come alcune settimane fa Giancarlo D'Anna aveva dichiarato: "Ma i problemi della nostra stazione ferroviaria sono anche di altro ordine. Innanzitutto non c'è più chi vigila sui passeggeri e controlla che non ci sia chi attraversi i binari, come non c'è controllo su chi utilizza la stazione come bagno pubblico, luogo di spaccio, dormitorio o “lavanderia” con tanto di panni stesi. Anche “l'arredo” lascia molto a desiderare. Fioriere trasformate in cestini di rifiuti, orari dei treni strappati e non utilizzabili per ottenere informazioni, il sottopasso con mura scrostate e ferri dell'armatura scoperti, graffiti. Anche all'esterno lo spettacolo non è dei più decorosi."








Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2013 alle 13:25 sul giornale del 20 novembre 2013 - 2775 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, stazione ferroviaria, news, degrado, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/UH2





logoEV
logoEV